rotate-mobile
Cronaca Carpi / Fossoli

Carpi, il treno rischia di deragliare per lo “scherzo” di due 13enni

A Fossoli si è sfiorata una tragedia ferroviaria, per colpa di due ragazzini che hanno ammassato blocchi di cemento sulle rotaie per far deragliare un convoglio. Fondamentale la prontezza del macchinista. Denunciati i due

Dopo la tragedia vera che ha colpito l'altro ieri Carpi, con il suicidio di una donna di 57 anni al passaggio a livello di via Due Ponti, un altro dramma ferroviario è stato sfiorato nella giornata di ieri, sempre lungo la tratta ferroviaria Modena-Verona. Questa volta siamo nella frazione di Fossoli, dove per uno scellerato “gioco” di due ragazzi 13enni un convoglio ferroviario ha rischiato di deragliare.

I due giovanissimi sono arrivati intorno alle 17 nei pressi del passaggio a livello di via Budrione Migliarina Est con le loro biciclette e hanno iniziato a predisporre l'incidente ferroviario, accatastando sulle rotaie pesanti blocchi di cemento, recuperati nelle vicinanze. Poi si sono messi in disparte per assistere alla scena, incuranti di ogni conseguenza.

Fortunatamente il dramma è stato sventato dalla prontezza di riflessi del macchinista, che si è avveduto in tempo dell'ostacolo presente lungo i binari. Grazie ad una frenata di emergenza il convoglio si è arrestato senza scomporsi e deragliare. Il macchinista non è tuttavia riuscito ad evitare l'impatto con le travi di cemento, danneggiando la motrice e costringendo il treno a restare fermo per quasi un'ora, bloccando anche il transito delle vetture.

I Carabinieri sono giunti sul posto richiamati dai testimoni – l'incidente ha causato un gran frastuono – e sono riusciti a mettere subito le mani sui due incoscienti autori del “gioco”. I due ragazzini sono stati accompagnati in caserma e per loro è scattata la denuncia per “pericolo di disastro ferroviario causato da danneggiamento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi, il treno rischia di deragliare per lo “scherzo” di due 13enni

ModenaToday è in caricamento