rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Fiorano Modenese

Rissa tra genitori alla partita dei figli, il sindaco: “Si vergognino”

Ieri la partita degli Allievi Fgic Fiorano-Soliera è stata sospesa dopo la violenza esplosa in tribuna fra i genitori dei giocatori. Tosi: “Comportamento inqualificabile, non ci sono giustificazioni”

Una pagina da archiviare più in fretta possibile quella che ha contraddistindo la partita del campionato Allievi Fgci di ieri, domenica 24 gennaio, dove si sono affrontati i giovani calciatori del Fiorano e del Soliera. I ragazzi, tra i 14 e i 15 anni, si sono visti costretti a rientrare negli spogliatoi anzitempo, dopo che le rispettive società e il direttore di gara hanno deciso di sospendere il match. Motivo? Una rissa coppiata in tribuna tra i genitori dei ragazzi.

Una lite prima verbale poi fisica, che ha coinvolto diversi adulti delle “opposte” tifoserie, che dopo insulti reciproci sono venuti alle mani, creando parapiglia al campo da gioco di Fiorano.

Un fenomeno ahimè sempre più frequente, su quale è intervenuto anche il sindaco di Fiorano Francesco Tosi, che ha definito l'episodio “inqualificabile e senza giustificazioni”. “Noi adulti, genitori e non solo, abbiamo una responsabilità enorme nei confronti delle giovani generazioni e quindi del futuro, responsabilità che esplichiamo soprattutto attraverso l'esempio; quando le parti vengono capovolte la situazione si fa grave e non possiamo stupirci poi se avvengono episodi di bullismo fra i ragazzi, quando  attorno a loro respirano l'intolleranza e la violenza”.

“Il Comune, e cioè l'intera comunità fioranese, destina importanti risorse dei cittadini allo sport dei bambini e ragazzi, proprio per il ruolo che questo ha nella crescita fisica, ma anche morale ed educativa dei giovani – ha concluso il sindaco Tosi - Chi contribuisce a vanificare questo progetto, rifletta un attimo e, al  momento, si vergogni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa tra genitori alla partita dei figli, il sindaco: “Si vergognino”

ModenaToday è in caricamento