rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Novi di Modena

Novi di Modena: rissa tra pakistani al parco, cinque arresti

Duello rusticano a colpi di sedie e spranghe per dirimere un litigio, il tutto sotto gli occhi della popolazione terremotata. Intervento dei Carabinieri di Novi: identificazione in corso per tutti i partecipanti della rissa

Un duello rusticano con sedie e spranghe è andato in scena nel tardo pomeriggio di sabato a Novi di Modena in un parco nei pressi del Centro Operativo Comunale. Una decina di pakistani si sono affrontati per “dirimere” un litigio sorto tra due di loro il giorno prima e che già si era concluso con una prima scaramuccia. Non paghi della soluzione, i due contendenti hanno chiesto supporto ai rispettivi amici e parenti e si sono affrontati il giorno seguente in un parco pubblico, sotto gli occhi della popolazione terremotata, noncuranti del transito di mamme e bambini. All’arrivo dei Carabinieri della Stazione di Novi, cinque dei duellanti si sono fermati e adagiati al suolo sanguinanti, mentre gli altri, attualmente in via di identificazione, si sono dati alla fuga. I cinque, di cui tre attualmente ospitati presso il campo di accoglienza di Novi di Modena, sono stati trasportati in ambulanza al pronto soccorso di Carpi e giudicati guaribili per lesioni tra i 5  e i 10 giorni e subito dopo condotti presso gli uffici della Compagnia di Carpi, che attualmente ospita i Carabinieri di Novi a causa dell’inagibilità della Stazione. Effettuati gli accertamenti, sentite le testimonianze dei cittadini novesi che transitavano indignati per lo spettacolo offerto presso il parco della “scaramuccia”, i Carabinieri di Novi hanno arrestato i cinque, due cinquantenni e tre ventenni, per rissa aggravata. Già di recente, i pakistani si sono resi responsabili di risse a Carpi e a Novi, nelle quali sono prontamente intervenuti i Carabinieri ponendo fine a questi “regolamenti di conti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novi di Modena: rissa tra pakistani al parco, cinque arresti

ModenaToday è in caricamento