rotate-mobile
Cronaca

Visita del Papa, si muove la macchina organizzativa per la sicurezza

L'appuntamento con il Santo Padre di domenica 2 aprile sarà un evento memorabile, ma la sua organizzazione richiederà un enorme sforzo sul piano della sicurezza. Ieri la prima riunione in Prefettura con i responsabili della sicurezza del Vaticano

Si avvicina l'attesa visita pastorale di Papa Francesco a Carpi e Mirandola. Una presenza itinerante – il cui programma di massima è già stato reso noto – che implicherà un'organizzazione complessa e delicata, per gestire la sicurezza del Pontefice e delle migliaia di persone scenderanno in piazza per assistere alla celebrazione di Carpi.

I primi passi sono stati mossi già ieri con una visita di funzionari vaticani nella Bassa al mattino e con la prima di una lunga serie di riunioni del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica. All’incontro in Prefettura con le forze dell'ordine e i vertici politici hanno preso parte ieri anche il Vescovo di Carpi, il Comandante del Corpo della Gendarmeria dello Stato della Città del Vaticano ed il Dirigente dell’Ispettorato generale di P.S. Vaticano.

Nel corso dell’incontro, sulla base del programma ufficiale elaborato dalla “Prefettura della Casa Pontificia”, sono state attentamente analizzate le varie fasi della visita del Pontefice che, giunto a Carpi al mattino, celebrerà la solenne Eucaristia nella Piazza dei Martiri e reciterà l’Angelus. Nel primo pomeriggio, dopo un incontro con il Clero, si recherà a Mirandola presso il Duomo semi distrutto dal terremoto del maggio 2012 e successivamente, giunto nella Frazione di San Giacomo Roncole, renderà omaggio al Monumento che ricorda le vittime del sisma. Al termine farà rientro a Roma.

La riunione ha consentito di soffermare l’attenzione e mettere a punto molte delle esigenze legate all’evento affinché tutte le fasi della visita si svolgano in tranquillità e nella necessaria cornice di sicurezza. Tenuto conto che è previsto l’afflusso di numerosissimo pubblico, soprattutto nella Piazza di Carpi durante la celebrazione della Santa Messa, sono state definite le misure di prevenzione e gli aspetti organizzativi, anche in relazione al tema della viabilità, alla presenza di persone in condizione di disabilità, alle verifiche degli itinerari urbani e di tutto quanto possa contribuire al migliore svolgimento dell’importante appuntamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visita del Papa, si muove la macchina organizzativa per la sicurezza

ModenaToday è in caricamento