Ancora una rivolta in carcere, manifestazione di protesta della Polizia Penitenziaria

Una nuova escalation di violenza ha creato scompiglio nella struttura di Sant'Anna. I sindacati lamentano la carenza di personale e di una guida autorevole all'interno della casa circondariale. Presidio ai cancelli il 6 luglio

Mercoledì 6 luglio, a partire dalle ore 10, tutte le organizzazioni sindacali della Polizia Penitenziaria protesteranno davanti al carcere di Modena. Il motivo? Per i rappresentanti dei lavoratori del Sant'Anna la situazione nel carcere modenese è “ormai ingestibile, a causa di una totale assenza di guide autorevoli, il personale è lasciato solo, senza adeguati punti di riferimento”.

A far traboccare il vaso è stato un episodio che si è verificato due giorni fa, lo scorso 29 giugno, verso le ore 18 e che è stato riferito da Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del SAPPE e Francesco Campobasso, segretario regionale. I due sindacalisti raccontano di gravi disordini, partiti quando un detenuto di origine magrebina si è autolesionato in maniera piuttosto grave e dieci suoi connazionali, dopo essersi rifiutati di rientrare nelle camere detentive, hanno danneggiato i beni dell'amministrazione, rompendo i vetri delle finestre e le plafoniere. 

È stata necessaria tutta l'esperienza e la professionalità del personale per evitare il peggio. Nello stesso momento un altro detenuto, ristretto nella sezione osservazione, perché ritenuto soggetto a rischio suicidario, ha messo in atto un tentativo di impiccagione, che fortunatamente è stato sventato dal pronto intervento della Polizia Penitenziaria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel carcere modenese episodi di questo tipo si ripetono con cadenza mensile, ma giovedì scorso i disordini sono stati amplificati dal fatto che l'organico della Penitenziaria è ulteriormente ridotto, a causa del piano ferie in atto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Modena usano... il freddo!

  • Festa de L'Unità, prime anticipazioni sugli spettacoli di Ponte Alto

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Temporali. Ancora grandine e vento forte, crollati diversi alberi

  • Contagio, 5 casi nei comuni di Formigine, Castelnuovo e Modena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento