menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esce dal carcere e minaccia di gettarsi sotto un treno, salvato dai Carabinieri

Un 66enne di Ravarino è stato tratto in salvo grazie all'empatia e alla prontezza dei militari di Carpi, cui aveva telefonato per annunciare il gesto suicida

Un episodio particolare ha tenuto impegnata questa mattina, con successo, l'Arma di Carpi. Alle 8.55, infatti, un uomo ha telefonato al numero di emergenza spiegando la sua intenzione di togliersi la vita. Si trattava di un 66enne di Ravarino, da poco uscito dal carcere a seguito di una custodia cautelare preventiva seguita ai maltrattamenti in famiglia di cui era stato protagonista: disperato e senza più speranza, l'uomo ha confessato di trovarsi in una zona di campagna e di essere in procinto di gettarsi sotto un treno di passaggio.

Immediatamente i Carabinieri hanno avviato gli accertamenti per arrivare a localizzare la telefonata, monitorando il cellulare dell'uomo. Parallelamente, il militare che aveva risposto alla telefonata ha iniziato un lento e complesso dialogo, facendo leva sull'empatia e cercando da un lato di far desistere il 66enne dai suoi intenti e dall'altro di tenerlo il più possibile al telefono per consentire ai colleghi di individuarlo.

Dopo circa 40 minuti di chiamata, lo stesso comandante della Stazione CC di Carpi è riuscito a raggiungere l'uomo e lo ha tratto in salvo. Il 66enne è stato quindi portato in caserma dove è stato tranquillizzato ulteriormente e rifocillato, per poi essere affidato ai servizi sociali comunali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vignola. Sospesa dalla Municipale l'attività alla GimFive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento