rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca San Cesario sul Panaro

San Cesario: denuncia scomoda, il capogruppo chiede le dimissioni del consigliere

Francesco Sola aveva chiesto chiarimenti al sindaco di S. Cesario su un bando pubblico forse pilotato. Ora il suo capogruppo vuole le dimissioni del consigliere: "Ha tradito il suo mandato"

Clima politico teso a S. Cesario sul Panaro. La denuncia su un bando poco trasparente ha infatti scatenato dissidi in casa del centrodestra locale. Infatti, l'11 Novembre ModenaToday ha intervistato Francesco Sola, consigliere comunale di centrodestra, che ha messo in dubbio le modalità che sono state usate per il bando di un bar pubblico di S. Anna ed ora il capogruppo della sua lista, Luciano Rosi, vuole le dimissioni del consigliere. Una reazione forte quella del capogruppo, che descrive Sola come un traditore del suo mandato che vuole emergere e che non ha assolutamente merito. Queste affermazioni si aggiungono alle pressioni ricevute dal consigliere Sola nei giorni precedenti e alle telefonate anonime. Ma riceverle dal proprio capogruppo appare quantomeno surreale: evidentemente è stata toccata qualche corda delicata, non in sintonia con la linea decisamente più blanda dell'opposizione di centrodestra a San Cesario, più incline ad evitare lo scontro con la maggioranza.

IL GRUPPO CONSIGLIARE DI SOLA SI DISSOCIA. "Mi dissocio dalle parole del consigliere Francesco Sola che non rappresenta Viva San Cesario come afferma sul video - spiega il capogruppo Rosi -  e affermo quindi che la dichiarazione presentata è a titolo puramente personale, per nulla condivisa con me e con lo schieramento politico che rappresento in qualità di capogruppo consigliare. In maniera strumentale ha fornito una sua interpretazione che non gli dà merito e che assieme ad altre affermazioni precedenti lo collocano al di fuori del nostro schieramento politico, con il quale non ha mai condiviso strategie, obiettivi  e metodo di lavoro".

SOLA HA TRADITO IL MANDATO. Il capogruppo Rosi accusa poi Sola di essere un traditore: "Più volte ripreso per il suo comportamento non sempre politicamente corretto, forse  per inesperienza o per desiderio di emergere a tutti costi , non si è reso conto di avere tradito il mandato elettorale ricevuto dai 23 elettori di centro-destra che votandolo gli hanno consentito di sedersi in Consiglio comunale per lavorare per il bene del nostro comune e non per gettare discredito senza nulla di concreto in mano. Non è assolutamente merito suo se verrà effettuata una gara per assegnare la gestione della polisportiva, ma è semplicemente previsto dal regolamento".

VOGLIO LE DIMISSIONI DI SOLA. Il colpo di grazia, Rosi lo ha dato al consigliere chiedendo le sue dimissioni: "Ha purtroppo strumentalizzato le cose prendendo anche un abbaglio circa il bar di Sant'Anna e questo si evince chiaramente dal video, almeno per gli addetti ai lavori e per chi come lui si impegna per semplice spirito di volontariato nel discutere i problemi in Consiglio comunale e nel ricercarne le soluzioni. In qualità di capogruppo di Viva San Cesario ho chiesto le sue dimissioni"

L'INTERVISTA A FRANCESCO SOLA

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Cesario: denuncia scomoda, il capogruppo chiede le dimissioni del consigliere

ModenaToday è in caricamento