rotate-mobile
Cronaca

Sanità, Regione contro i tempi di attesa, Muzzarelli: "Rivedere rapporto pubblico e privato"

La Regione ha posto come priorità per l'ambito sanitario la riduzione dei tempi di attesa per le visite specialistiche. Muzzarelli incoraggia il "Piano delle Sedi" e parla di revisione del rapporto tra pubblico e privato

La Regione conferma la 'rivoluzione' sulle liste di attesa. "Sulla riduzione dei tempi delle liste di attesa delle viste specialistiche incontreremo nei prossimi giorni tutti i direttori generali del sistema sanitario regionale per avviare un confronto per migliorare la situazione". Lo ha annunciato Sergio Venturi, assessore regionale alla Sanita', intervenendo alla Conferenza territoriale sociale e sanitaria di Modena che si e' riunita ieri in Provincia. "Il problema delle liste di attesa- ha aggiunto Venturi- e' non solo nazionale, e la Regione lo ha posto come una delle priorita' da affrontare. L'incontro coi dg, allora, sara' l'occasione per porre le basi e discutere le proposte per ridurre questi tempi".

AVANTI CON ILPIANO DELLE SEDI, VERSO NUOVO MODELLO DELLE CASE DELLA SALUTE. Il tema e' stato posto con forza anche da Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Conferenza, nonche' sindaco e presidente della Provincia di Modena, introducendo l'incontro di ieri al quale hanno partecipato i vari sindaci locali e i direttori di Ausl, Policlinico e ospedale di Sassuolo. Tempi di attesa, integrazione tra i due grandi ospedali modenesi Policlinico e Baggiovara, prosecuzione del cosiddetto "Piano delle sedi" che prevede la realizzazione del nuovo modello delle Case della salute: questi sono gli argomenti sul tappeto secondo Muzzarelli, insieme con l'accreditamento delle associazioni di volontariato e la riorganizzazione del sistema 'sangue', che, ha confermato Muzzarelli, "sta creando non pochi problemi alle Avis del nostro territorio".

MUZZARELLI: "PRIORITA' RILANCIARE LE NOSTRE ECCELLENZE". Inoltre il sindaco chiede pure di "rilanciare le nostre eccellenze, evitare esasperate centralizzazioni come sul trapianto d'organi, una nuova programmazione degli investimenti e di rivedere il rapporto tra sanita' pubblica e privata". Non solo: Muzzarelli ha aggiunto anche che "e' necessario un incontro con l'Universita' di Modena sul tema della formazione e della ricerca, a valorizzazione e salvaguardia delle eccellenze e del Policlinico".

(DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Regione contro i tempi di attesa, Muzzarelli: "Rivedere rapporto pubblico e privato"

ModenaToday è in caricamento