rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Sassuolo

Sassuolo, rilevatori di gas: il Comune non fa il porta a porta

Il chiarimento fornito dal vicesindaco Menani dopo alcune segnalazioni da parte dei cittadini: "Si tratta di una ditta bresciana regolarmente autorizzata, non siamo noi a inviare addetti"

Si recano nelle abitazioni private per vendere rilevatori di fughe di gas o di monossido di carbonio, affermando di essere inviate dal Comune di Sassuolo o dalla Provincia. Peccato che queste persone non abbiano nulla a che vedere con il Municipio o viale Martiri. A riferirlo è il vicesindaco Gian Francesco Menani, in risposta alle numerose segnalazioni di soggetti ch, munite di autorizzazione, andrebbero ad effettuare vendite porta a porta con tanto di cartellino di riconoscimento.

“Abbiamo ricevuto comunicazione ufficiale – ha affermato Menani – da parte di una ditta bresciana che, quindi è regolarmente autorizzata ad effettuare la vendita porta a porta. Non è assolutamente vero, però, che sia il Comune di Sassuolo ad inviare gli addetti alle vendite a casa dei cittadini. Non si tratta del solito caso di truffa agli anziani perché le persone che suonano a casa dei sassolesi hanno il regolare permesso di vendita ed altro non fanno se non cercare di vendere il proprio apparecchio, ma si tratta di una ditta privata non di addetti inviati dal Comune perché, a contrario di quanto alcuni cittadini ci hanno riferito di essersi sentiti dire, l’installazione di un apparecchio simile è sicuramente utile ma assolutamente non ancora obbligatorio per legge”.

Interpellata direttamente dal Vicesindaco Gian Francesco Menani, la società Siv che nei prossimi giorni svolgerà offerte commerciali sul territorio svolgerà nei prossimi giorni una "iniziativa commerciale per la fornitura di apparecchiature per la prevenzione contro le fughe di gas", proponendo su richiesta degli interessati l’installazione di dispositivi di sicurezza a normativa di legge atti a prevenire incidenti dovuti alla fuoriuscita di gas metano o Gpl: "Il nostro personale - ha spiegato l'azienda - si presenterà al domicilio dei residenti munito di tesserino di riconoscimento, riportante sia i dati personali sia quelli della nostra società. Ogni utente verrà preavvisato attraverso un’informativa nella quale si specifica quanto segue: il motivo della visita, il prodotto che verrà proposto e l’estraneità di qualunque legame con enti pubblici e aziende municipalizzate. I nostri uffici sono a completa disposizione per eventuali chiarimenti, contattandoci al seguente numero :0302131501”.

Oltre a questa, altre società private, in questi giorni, stanno svolgendo un porta a porta proponendo le stesse apparecchiature: "L’invito - ha concluso l'amministrazione sassolese - è a controllare sempre il cartellino identificativo che gli addetti devono avere in bella mostra. In caso di dubbi è possibile rivolgersi all’Urp di piazza Garibaldi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo, rilevatori di gas: il Comune non fa il porta a porta

ModenaToday è in caricamento