rotate-mobile
Cronaca Sacca / Viale Alessandro Lamarmora

Cie Modena, continua l'odissea dei lavoratori: nuovo sciopero

Ancora stipendi non pagati per i dipendenti della struttura di via La Marmora: per protesta contro questi ritardi, i sindacati hanno proclamato quattro giorni di astensione dal lavoro

Il 25 gennaio scorso il Prefetto di Modena aveva garantito gli stipendi arretrati per i dipendenti del Cie ma nulla di fattoo. Anzi, agli arretrati di novembre, dicembre e tredicesima 2012 si aggiunge adesso la mensilità di gennaio 2013. Immediati altri 4 giorni di sciopero, i primi due giovedì 28 febbraio e venerdì 1° marzo e successivamente il 13 e 14 marzo 2013. Fabio De Santis della FP/Cgil: “Oramai la questione sta assumendo connotazioni sociali allarmanti. Chi si dimette per giusta causa preferisce perdere il lavoro, piuttosto che lavorare senza essere pagato. Il problema è che di questi tempi non sarà semplice trovare un altro impiego. La cosa paradossale è che se questo fenomeno prende piede, lo Stato dovrà versare soldi per pagare l'Aspi, ma non sblocca i soldi per compensare la gestione del CIE, in modo da poter risolvere la vertenza”. La situazione diventa paradossale se si pensa che il Consorzio L'Oasi non solo non consegna la busta paga cartacea ai dipendenti ma continua ad assumere altro personale con contratti a progetto, impiegandoli nelle stese funzioni dei lavoratori subordinati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cie Modena, continua l'odissea dei lavoratori: nuovo sciopero

ModenaToday è in caricamento