rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Zona Fiera / Viale Virgilio

Coop, un dipendente su quattro aderisce allo sciopero natalizio

L'iniziativa dei sindacati riesce solo per metà: il 500 al corteo del GrandEmilia, ma solo il 23% dei lavoratori non timbra il cartellino. Negli ipermercati di Modena e Ferrara non si segnalano grossi disagi, mentre le trattative non riprenderanno fino al termine della protesta

È cominciato questa notte alle quattro con l'avvio del primo turno di lavoro, lo sciopero natalizio dei lavoratori Coop Estense di Modena e Ferrara, guidato dalla delegazione nazionale di Filcams, Fisascat e Uiltucs, arrivata da Roma come promesso lo scorso venerdì per chiedere nuovamente la firma del contratto integrativo aziendale. Dopo l'incontro di venerdì scorso, che sembrava riappacificare organizzazioni sindacali e dirigenza, la protesta è proseguita, riportando la situazione ad un muro contro muro. Coop Estense, che fino a venerdì scorso aveva dato disponibilità a riaprire la trattativa sul contratto aziendale, fissando proprio per oggi un incontro e una sede in cui discutere con la delegazione, davanti alla conferma della protesta ha infatti ribadito l'indisponibilità a trattare in contemporanea ad uno sciopero.

Come spesso accade si è scatenata una guerra di cifre sull'adesione. Da un lato le sigle sindacali e l'Rsu hanno dichiarato la partecipazione di quasi 500 al corteo che ha sfilato dalla Galleria del GrandEmilia fino alla sede di Coop in viale Virgilio, a cui si uniscono i 400 dipendenti sul territorio ferrarese. Secondo quanto riportato dai presenti alcuni settori dei maggiori ipermercati gestiti da Coop avrebbero risentito dello mobilitazione di oggi e l'azienda sarebbe corsa ai ripari portando nei reparti il personale amministrativo ed evitando così disagi per i consumatori. Alcuni lavoratori avrebbero anche denunciato un comportamento poco corretto da parte del''azienda, volto a disincentivare l'adesione alla protesta.

Mentre i sindacati si dichiarano soddisfatti della riuscita del corteo, Coop Estense minimizza parlando di una adesione pari al 23% del personale. “Più di tre dipendenti della cooperativa su quattro si sono presentati oggi al lavoro- scrive Coop in una nota - fatto che ha permesso a Coop Estense di aprire regolarmente, questa mattina, tutti i punti di vendita di Modena e Ferrara”, sia pur con “qualche lieve disagio che si potrà registrare nel pomeriggio soltanto in alcuni supermercati”. 

Questa mattina, arrivati con il corteo sotto la sede di Coop Estense, Alessio Di Labio, segretario Filcams nazionale e Ivana Veronese della segreteria nazionale Uiltucs, hanno chiesto alla dirigenza Coop un incontro formale per riaprire il tavolo sull' integrativo. Da Coop è arrivato un secco diniego motivato dal fatto che “in una giornata di sciopero non è possibile riprendere le trattative sindacali”.

Una conferma per le sigle che l'azienda “voleva soltanto fermare la protesta ventilando una disponibilità in realtà soltanto fittizia”. Dunque la mobilitazione “andrà avanti - assicura Di Labio - anche perchè Coop Estense è l'unica cooperativa della grande distribuzione in Italia a non aver sottoscritto il contratto integrativo”. Per Veronese “la cooperativa deve smettere di anteporre principi economici ad una protesta significativa che vuole ottenere la riapertura del tavolo per il contratto aziendale e che entra nel merito dell'organizzazione della qualità del lavoro”. Per Coop invece la giornata di oggi “indica a tutti che la strada da percorrere è senza dubbio quella del confronto e del dialogo – si legge ancora nella nota – e  che non è il momento per lo scontro, per le tensioni, per le inutili divisioni, e per questo la cooperativa è pronta a trattare”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop, un dipendente su quattro aderisce allo sciopero natalizio

ModenaToday è in caricamento