Protesta SI Cobas alla Gls di Modena, lancio di lacrimogeni da parte della Polizia

In via Massarenti il sindacato autonoma protsta contro Gls Enterpise e la celere intervenie per sgomberare i picchetti dai cancelli

Mattinata ad alta tensione in via Massarenti, presso la nuova sede del polo logistico del corriere Gls. Dalle prime ore del giorno, infatti, alcuni lavoratori insieme con esponenti dei SI Cobas e dei centri sociali hanno dato vita ad una protesta contro Gls Enterprise, che ha riguardato tutta la filiera nazionale. I corrieri lamentano ammanchi nelle bustre paga del 2019 e chiedono un trattamento contrattuale equiparato a quello di Gls Italia, l'altra "metà" dell'azienda di logistica, in particolare con riferimento alle indennità per il lavoro discontinuo.

I blocchi dei mezzi attuati davanti all'ingresso dell'azienda hanno reso necessario l'intervento della Polizia, che si è portata sul posto con i reparti mobili. Di fronte all'insistenza dei manifestanti, i poliziotti hanno sgomberato il picchetto attraverso il lancio di lacrimogeni. Ci sono stati momenti di forte tensione, ma non si sono registrati particolari episodi violenti e nessuno dei presenti ha riportato conseguenze fisiche.

In tarda mattinata la protesta è scemata e la situazione è tornata alla tranquillità. Parte dei protagonisti del presidio, per altro, si è spostata verso Italpizza, dove SI Cobas ha riapreso la protesta "a singhiozzo" come nelle ultime due giornate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pota gli alberi accanto alla linea elettrica fingendosi un addetto Hera e intasca 1.300 euro

  • Droga letale, un altro ragazzo muore per overdose in zona Sacca

  • Chirurgia protesica del ginocchio, importante premio per il sassolese Francesco Fiacchi

  • Un giro di spaccio dietro la "copertura" di un autolavaggio. Sequestrato anche un mitra da guerra

  • Locale sovraffollato, denunciati i gestori e sequestrato l'Oltrecafè

  • Blitz nell'ex ristorante La Fazenda, era diventato un rifugio per clandestini

Torna su
ModenaToday è in caricamento