Vignolese bloccata per la protesta a Italpizza. Domani si ferma anche l'Inalca

Grossi disagi alla circolazione per tutta la mattina intorno a San Donnino. Intanto la Cgil annuuncia la mobilitazioni dei lavoratori Inalca di Castelvetro contro il progetto di esternalizzazione

Ancora tensioni al quarto giorno di presidi Si Cobas e Cgil ai cancelli: a Italpizza la situazione non migliora. Come ieri, si segnalano tafferugli e lacrimogeni, con via Vignolese bloccata per i sit in dei manifestanti e per le "staffette" organizzate dalle forze dell'ordine per scortare i camion diretti allo stabilimento di strada Gherbella. 

E ci sarà sciopero domani, per tutta la giornata e per tutti i turni, per i lavoratori dell'Inalca di Castelvetro e della società Gescar srl che gestisce in appalto diverse fasi della lavorazione delle carni. Lo sciopero è indetto dalla Flai-Cgil: è previsto un presidio a dalle 4 del mattino, che proseguirà per tutta la mattinata davanti ai cancelli in via per Spilamberto. 

La protesta è indetta contro l'esternalizzazione "senza alcun controllo della produzione" da Inalca a Gescar, senza informazione e confronto con Rsu, sindacati e lavoratori, accusa il sindacato. Sono 250 gli addetti di Gescar e 600 i dipendenti diretti di Inalca: Flai e lavoratori denunciano anche come non ci sia chiarezza nella distribuzione delle postazioni di lavoro, tra lavoratori Inalca e lavoratori Gescar. Inoltre, secondo la Flai non c'è alcuna volontà da parte di Inalca di rinnovare il contratto integrativo aziendale. Cosi', unitamente alle Rsu, si invoca "il rispetto delle leggi e del contratto nazionale in materia di appalti, l'assunzione diretta del personale Gescar in produzione da parte di Inalca, il rinnovo del contratto e il ripristino di corrette relazioni sindacali".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

  • #ioapro, controlli e multe nei locali e nelle palestre. Sanzioni anche per i clienti

Torna su
ModenaToday è in caricamento