Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Rinvenute ossa durante le ricerche fra i calanchi di Sassuolo. Potrebbero essere di Paola Landini

Potrebbe trattarsi dei resti di Paola Landini, 44enne scomparsa in quella zona ormai 9 anni fa. Ma serviranno accertamenti accurati

Resti umani nella boscaglia sulle colline a sud dell'abitato di Sassuolo. E' la scoperta fatta ieri in modo accidentale durante le ricerche del ventenne Alessandro Venturelli. Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino e Protezione civile, coordinati dalle forze dell'ordine, hanno battuto ieri la zona intorno al Tirassegno, per cercare tracce del giovane scomparso ormai 5 mesi fa.

Nessuna traccia o indizio di Venturelli, ma un gruppo del Soccorso Alpino si è imbattuto in resti ossei e ha dato l'allarme, facendo scattare gli accertamento medico-legali disposti dalla Procura. Una prima perizia visiva avrebbe confermato trattarsi di ossa umane, probabilmente di una donna. Ovviamente saranno condotte analisi approfondite per ricostruire quanto accaduto.

Subito è stata avanzata l'ipotesi che i resti possano essere quelli di Paola Landini, la 44enne che scomparve 9 anni fa. La zona della scomparsa fu proprio quella del Tirassegno, dove la donna lasciò anche l'auto, ma da quel giorno del 2012 non si ebbero più suoi riscontri.

In attesa di fare luce su questo secondo caso, anche stamattina sono riprese le ricerche di Venturelli, con le squadre che si sono spostate anche nell'adiacente zona collinare di Fiorano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinvenute ossa durante le ricerche fra i calanchi di Sassuolo. Potrebbero essere di Paola Landini

ModenaToday è in caricamento