rotate-mobile
Cronaca Mirandola

Paura per la scossa notturna, trivellazioni ancora nel mirino

Dopo il sisma di questa notte che ha interessato il territorio di Mirandola, si è riaccesa la diatriba densa di sospetti sulle attività di trivellazione del Cavone. Ma il sindaco Benatti ha tagliato corto: “Nessun collegamento”

Esclude qualsiasi collegamento tra la scossa di terremoto di questa notte e le sperimentazioni dei giorni scorsi al 'laboratorio Cavone' in corso proprio in questi giorni con prove di reiniezione il sindaco di Mirandola, Maino Benatti, secondo cui "bisogna abituarsi a convivere con i terremoti qui come in tutta Italia". Interpellato dalla Dire sulla scossa di terremoto di magnitudo 2.8 avvertita questa notte a mezzanotte e quaranta con epicentro nei pressi di Mirandola Benatti sottolinea di non aver "contattato nessuno della Gas Plus o del laboratorio per prendere informazioni più specifiche", in quanto "i terremoti avvenivano anche prima del Cavone e avverranno anche dopo il Cavone".

Nelle scorse giornate si sono svolte prove sperimentali di reiniezione, come da programma concordato tra Gas Plus, Regione Emilia Romagna e Ministero Sviluppo Economico, segnalate dal geologo Paolo Scandone, già membro della commissione Ichese. Tanto è bastato a rievocare lo spettro della microsismicità indotta. Ma il sindaco Benatti ha attaccato lo stesso Scandone, aggiungendo: “Il geologo dovrebbe piuttosto preoccuparsi di dare risposte chiare che la sua Commissione non ha dato", perchè "non è possibile dire tutto e il contrario di tutto come hanno detto nella loro relazione. E' ora che si prendano la responsabilità di quello che dicono".

Benatti sottolinea che in ogni caso "al Cavone ora stanno approfondendo proprio quello che hanno chiesto dalla commissione Ichese", e dunque "non c'è nulla da chiedere". C'era "per caso il Cavone all'Aquila?", insiste Benatti per rimarcare la mancanza di nesso tra i due fatti. "Qui come in tutta Italia dovremo convivere con i terremoti", conclude il primo cittadino "e qui la gente continua a lavorare e ricostruisce con maggiore sicurezza". (DIRE)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura per la scossa notturna, trivellazioni ancora nel mirino

ModenaToday è in caricamento