Cronaca Via Jacopo Berengario

Sfregio alla memoria di Marco Biagi, sul muro dell'università una scritta vergognosa

Comparsa proprio stamane, anniversario dell'assassinio del docente, una scritta sul Foro Boario che rende "onore a Mario Galesi", tra gli ideatori dell'omicidio di 16 anni fa

Nel giorno in cui la città di Modena, e non solo, ricordano la morte del professor Marco Biagi, l'odio seminato dai terroristi in decenni di crimini continua ad affiorare. Lo fa, come spesso accade, sui muri degli edifici della città, con una grossa scritta a vernice spray. Qualcuno ha infatti imbrattato nel corso della notte la facciata del Foro Boario, sede della Facoltà di Economia dove il giuslavorista insegnò, con parole a dir poco vergognore.

"Marco Biagi non pedala più. Onore a Mario Galesi, onore ai compagni combattenti" è il testo apparso in via Berengario, che le autorità hanno già proceduto a coprire. Galesi, morto dopo un coflitto a fuoco con le forze dell'ordine nel 2003, è considerato anima e promotore delle Nuove Br e dello stesso assassinio di Biagi.

La comunità accademica di Unimore si è detta "profondamente turbata" per quanto accaduto. "A nome mio personale e dell’intero Ateneo desidero far giungere alla vedova Biagi, ai figli e ad a tutti i famigliari del giuslavorista la nostra ferma condanna per un episodio che si iscrive in un clima di odio che da sempre accompagna in alcune frange, fortunatamente marginali, della società il ricordo di un intellettuale che ha servito con generosità lo Stato e che si è speso per l’inclusione dei giovani nel mondo del lavoro - scrive il rettore Angelo O. Andrisano - Evocare i fatti di 16 anni fa con disprezzo per il sacrificio del nostro docente è un atto di inciviltà. Confidiamo che le forze dell’ordine possano individuare i responsabili di questo gesto indegno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfregio alla memoria di Marco Biagi, sul muro dell'università una scritta vergognosa

ModenaToday è in caricamento