Cronaca Madonnina / Via Giuseppe Mercalli

Madonnina, dopo il rave party arrivano le scritte anarchiche

Imbrattati i panelli del muro di cinta dell'area abbandonata alle spalle del complesso Senada, su via Mercalli

Sabato sera un rave party all'interno di un'area dismessa alla Madonnina ha creato disagi ai residenti e ha richiesto l'intervento della Polizia. Si sono vissuti anche momenti di tensione fra gli agenti e le persone presenti alla festa, alle spalle del complesso Senada, ma i "festeggiamenti" sono proseguiti per tutta la notte con musica ad alto volume. Lo stabile abbandonato è stato danneggiato dai partecipanti, che avrebbero anche lanciato frammenti di vetro e pietre all'indirizzo della polizia. La Questura non ha rilasciato dichiarazioni a riguardo.

Il lascito di questa serata balorda è poi rimasto ben visibile anche all'esterno, sui muri di cinta dell'area in disuso che affaccia su via Mercalli. Come si potrebbe dedurre dalle scritte, tra i giovani protagonisti del rave vi erano anche esponenti del mondo anarchico e antagonista. Lo testimonia il tenore delle frasi vergate con la bomboletta spray. "Foibe menzogna di stato", "+ sbirri morti", "spara a Salvini" e così via. Oltre ad un singolare "Pavarotti pezzo di merda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madonnina, dopo il rave party arrivano le scritte anarchiche

ModenaToday è in caricamento