rotate-mobile
Cronaca Sassuolo / Via Braida

Vandalismi sul muro della chiesa, la Comunità Islamica paga la pulizia

E' successo a Sassuolo, alla parrocchia di Braida. Ignota la mano. La Comunità Islamica ha condannato il gesto e si è resa disponibile per le spese di ritinteggiatura come gesto di rispetto e convivenza civile

Qualche vandalo, sulla cui identità è impossibile al momento fare ipotesi, ha colpito nelle scorse serate presso la parrocchia di Braida, a Sassuolo. Proprio accanto al portone di ingresso della chiesa son state lasciate scritte con vernice spray, con un generico "W ISLAM". Un gesto che ha creato preoccupazione e che non è certo isolato, dal momento che a Sassuolo si erano già verificati imbrattamenti simili, anche a "parti" invertite.

All'indomani del vandalismo è arrivata la netta condanna da parte della Comunità Islamica di Sassuolo, che si riunisce presso il centro di via Cavour. "Tale atto non è da ritenersi conforme in tutti i sensi alle norme educative islamiche in tema di convivenza e rispetto reciproco in generale, e con le altri fedi o istituti religiosi in particolare".

Ma i musulmani che vivono sotto il Campanone vanno addirittura oltre, con un gesto di grande apertura: "Vvolendo mandare un messaggio chiaro all'autore di questa scritta, offriamo ai nostri fratelli della comunità cattolica di Braida l'intera spesa necessaria per la ripulitura dei muri – spiegano sui social network – Cosicché coloro che intendono creare attriti tra le nostre comunità, o chi abbia compiuto questo atto ritenendolo giusto, possano capire che il nostro spirito di convivenza e rispetto reciproco non può essere leso da queste bravate".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandalismi sul muro della chiesa, la Comunità Islamica paga la pulizia

ModenaToday è in caricamento