menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Sassuolo scuola senza fornitura elettrica, bimbi a casa

Villa Chicchi, in via Mazzini chiude per qualche ora a causa delle interruzioni di corrente operate dal gestore. L'ombra dei debiti di Sgp si allunga sulla città, ma Caselli tranquillizza: "I servizi saranno garantiti"

Proseguono i guai del Comune di Sassuolo con le forniture di corrente elettrica, motivo per il quale si sono verificati nelle ultime settimane diversi blackout. Tra ieri ed oggi è però toccato ad un edificio importante, la scuola Villa Chicchi di via Mazzini. L'edificio è rimasto senza luce e senza riscaldamento, suscitando le lamentele e l'indignazione dei genitori che hanno anche dovuto prelevare i propri figli nell'impossibilità di concludere la giornata scolastica odierna. Anche un nostro lettore ha inviato una segnalazione in proposito.

Lumi sono stati chiesti anche al Sindaco Luca Caselli attraverso i social network, che il primo cittadino sassolese utilizza pedissequamente per relazionarsi con i concittadini. “Questa mattina – scrive un genitore - anche in presenza dei tecnici comunali a fatica la luce tornava disponibile! Qualcuno (non pochi) davano per certo il fatto che questi black out fossero conseguenza del mancato pagamento delle bollette! Spero fosse la solita bufala senza fondamenti....! Lei cosa può dirmi in proposito?”. La replica di Caselli è stata sintetica e precisa: “Purtroppo Exergia ha depotenziato ieri la fornitura. Questa mattina abbiamo chiarito e risolto il problema e domani l'attività scolastica riprenderà regolarmente. Mi scuso molto per il disagio”.

Lo stesso Caselli ha poi affrontato in giornata la problematica , assai complessa e dolorosa, dei pagamenti delle forniture elettriche legate alla gestione degli immobili comunali da parte di Sgp. “Stiamo faticosamente gestendo – scrive su Facebook - una fase di emergenza per garantire come Comune i servizi (elettricità, riscaldamento, neve e cimiteri) che erano stati affidati (non da noi) a SGP. In questa fase si potranno avere disagi, come quello avvenuto stamattina a Villa Chicchi, comunque temporanei. Sulla scuola in questione è già stata riattivata la fornitura. Quello su cui vorrei rassicurare i sassolesi è che i servizi sono garantiti e che presto la situazione tornerà alla completa normalità”. 

“Non voglio fare nessuno "scaricabarile", solo fare presente che stiamo lavorando giorno e notte per riparare ai madornali errori fatti da quelli che oggi godono nel vedere i disagi. Che giochino pure sulla pelle della città dopo averla depredata. Io penso solo a sistemare le cose”, ha aggiunto Caselli, riferendosi alla polemica che si trascina ormai da tempo tra centrodestra e centrosinistra all'ombra del campanone. Dopo il consiglio comunale di martedi scorso, che ha messo al vaglio nuove possibilità, il futuro di Sgp, dei suoi debiti e e dei servizi comunali sarà deciso entro 30 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Attualità

Appena 39 casi oggi nel modenese, scendono i casi attivi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Mezzo agricolo si ribalta, muore un agricoltore a Pavullo

  • Attualità

    Contagio, 113 casi in provincia. Tre decessi e tre ricoveri

  • Cronaca

    Oltre un chilo di droga e una pisola clandestina, 44enne in manette

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento