menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bici contromano in centro, l'Amministrazione prende tempo

L'assessore alla Mobilità commenta le richieste di modificare la segnaletica in centro storico: "Priorità alla sicurezza". Da inizio anno 12 multe, otto delle quali in seguito a incidenti

In bici contromano? Nessuna preclusione di principio, ma la priorità va assegnata alla sicurezza. E naturalmente al rispetto del Codice della strada”. Gabriele Giacobazzi, assessore alla Mobilità del Comune di Modena, commenta così le richieste delle associazioni di introdurre modifiche alla segnaletica in centro storico per consentire alle biciclette di percorrere contromano i sensi unici.

“In ogni caso – aggiunge Giacobazzi – non possiamo parlare di accanimento vessatorio da parte dei vigili. Basti pensare che da inizio anno le multe per questo motivo sono state 12, ma solo quattro in seguito a controlli, una ogni due mesi, le altre otto sanzioni sono arrivate dopo incidenti stradali in cui erano coinvolte, appunto, biciclette che transitavano contromano”.

“É emersa la necessità di ottimizzare gli investimenti in questo settore – spiega Giacobazzi – per garantire la razionalizzazione e la fruibilità della nostra rete di oltre 200 chilometri di ciclabili e la sicurezza dei ciclisti. Serve, per esempio, una migliore definizione di parametri progettuali omogenei, anche sulla base di linee guida nazionali in corso di definizione, mentre da un’indagine realizzata sulla segnaletica (sono circa 3.600 le indicazioni presenti sulle ciclabili modenesi) è possibile programmare interventi per risolvere alcune incongruità”.

Se l’obiettivo generale è favorire comunque l’utilizzo della bicicletta in città, nell’area del centro storico eventuali deroghe al rispetto del senso unico incontrerebbero molte difficoltà tecniche dovute alla larghezza delle strade e alla sosta delle auto, elementi che possono mettere a rischio la sicurezza dei ciclisti. “Il centro cittadino – sottolinea Giacobazzi – si può girare agevolmente tutto in bicicletta rispettando il Codice della strada, con il percorso che si allunga di pochi metri in presenza di sensi unici. Per consentire ai ciclisti di viaggiare contromano bisognerebbe rinunciare a spazi per la sosta delle auto, ma questo metterebbe in seria difficoltà i residenti. Eventuali interventi sulla sosta possono essere valutati, ma per migliorare la fruibilità complessiva della città, non per altri motivi”.

Il Comune, comunque, segue con attenzione le possibili evoluzioni della normativa nazionale che “possa consentire – conclude Giacobazzi – di applicare la possibilità per i ciclisti di circolare contromano in certe condizioni di sicurezza, ma facendo chiarezza sugli aspetti legati alla responsabilità di tutti gli utenti della strada”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Modena tra le big mondiali del buon cibo. Al 3° posto di Viator

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento