rotate-mobile
Cronaca

Liti con i vicini e minacce, la Polizia sequestra armi illegali

Un modenese deteneva illegalmente due fucili e due pistole, che aveva usato per intimidire i vicini di casa a seguito di comuni litigi. Perquisizione e sequestro da parte della Squadra Mobile

Le liti di condominio o tra vicini di casa sono all'ordine del giorno, ma quando si mette mano alle armi è quantomai opportuno l'intervento preventivo delle forze dell'ordine. E' quanto successo ieri in città, quando la Squadra Mobile della Questura di Modena ha fatto visita alla famiglia di un italiano 49enne, denunciato in precedenza dai vicini di casa.

A seguito di alcuni dissidi per questioni futili, l'uomo aveva mostrato al vicinato le proprie armi, minacciando di usarle. Minacce avvenute in preda all'ira, cui fortunatamente non ha mai dato seguito. Nonostante la relativa tranquillità delle famiglie coinvolte, la Polizia ha notato sulle proprie banche dati che l'uomo non avrebbe però potuto legalmente detenere armi e formalmente non risultava averne.

La Procura ha concesso perciò un mandato di perquisizione, durante la quale gli agenti hanno effettivamente ritrovato due fucili e due pistole. Uno dei due fucili è di proprietà del padre dell'uomo, mentre del secondo non si conosce la provenienza. Stesso dicasi per la pistola semiautomatica, la cui matricola non risulta leggibile e richiede quindi ulteriori approfondimenti da parte degli inquirenti. La quarta arma, una pistola lanciarazzi, è invece di libera vendita.

In attesa di approfondimenti, il 49enne è stato tuttavia denunciato a piede libero per detenzione abusiva di armi da fuoco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liti con i vicini e minacce, la Polizia sequestra armi illegali

ModenaToday è in caricamento