rotate-mobile
Cronaca Sassuolo

Mancata tracciabilità dei prodotti, sequestrata oltre una tonnellata di carne

Intervento dei Nas e della Forestale presso una cooperativa di Sassuolo, comminata una multa di 2.000 euro al titolare. Intervento anche a Carpi presso un mercatone gestito da cinesi

Un'altra azienda della filiera agroalimentare è finita nel mirino dell'Arma dei Carabinieri, che negli ultimi mesi ha intensificato i controlli in questo settore. A farne le spese è stata una cooperativa che si occupa della lavorazione delle carni, con sede a Sassuolo. Nei giorni scorsi si è svolta una perquisizione congiunta dei carabinieri della Forestale e dei Nas di Parma, che ha messo in luce una criticità.

Per il titolare 48enne, è arrivata una multa di 2.000 euro e la segnalazione al Servizio di Igiene Pubblica, a causa di una parte della merce trovata nello stabilomento. Sono infatti stati individuati ben 1.640 chili di carne dei quali non sono state rilevate le informazioni circa la provenienza, facendo così scattare la sanzione per la mancata tracciabilità e il sequestro amministrativo.

Sorte analoga è toccata anche al cittadino cinese di 42 anni titolare di uno dei vari mercatoni, questa volta nella città di Carpi. In questo caso i Carabinieri hanno individuato una novantina di prodotti irregolari – soprattutto cosmetici – che non riportavano sull'etichetta le informazioni previste dalla legge a tutela dei consumatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancata tracciabilità dei prodotti, sequestrata oltre una tonnellata di carne

ModenaToday è in caricamento