rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Serramazzoni

Cuccioli di chihuahua sequestrati due volte, il caso in Parlamento

Tra Olgiate e Serramazzoni si dipana una storia che vede protagonisti 23 animali e un braccio di ferro "animalista" che ha smosso anche la politica. L'iniziativa nata dal grillino Bernini è stata portata fino all'attenzione del Ministero dal senatore Giovanardi

Un caso controverso su un sequestro di animali si è spostato da Olgiate Comasco a Serramazzoni, fino a Roma. E' la storia di 23 cuccioli di chihuahua, sequestrati prima di natale ad una donna, Silvana Paolini, che li allevava nella propria abitazione nella provincia lariana. Un blitz condotto dall'associazione animalista Eital e guidato dal parlamentare del M5S Paolo Bernini, noto per il suo fervore nelle vicende animaliste e autore, tra gli altri, del blitz presso lo Stabulario di Modena.

Alla base del sequestro le accuse di maltrattamento per via degli spazi in cui i cani vivevano e un sospetto – sempre rigettato dalla signora Paolini – di provenienza illecita di alcuni dei cuccioli. Il 22 dicembre i cagnolini sono stati quindi trasferiti nel modenese, presso una famiglia che vive a Serramazzoni e si occupa a livello volontaristico di assistenza ai cani. Qui è arrivata la seconda sorpresa.

La stessa Silvana Paolini, sul piede di guerra, si è presentata a Serramazzoni il giorno di Natale, ottendendo l'intervento dei Carabinieri e degli ispettori dell'Ausl per cercare di recuperare i suoi animali. I veterinari hanno accertato come anche le condizioni delle stanze della casa modenese non fossero adatte alla custodia dei 23 chihuahua e hanno quindi optato per un secondo sequestro, trasferendo così i cani presso il canile intercomunale del Frignano in attesa dei provveimenti giudiziari che dovranno decidere la sorte dei piccoli animali.

Il caso si è preso diffuso in Rete, sollevando accese dispute fra gruppi animalisti. Non solo: la presenza di una figura di rilievo nazionale del movimento di Beppe Grillo ha convinto il senatore di Area Popolare Carlo Giovanardi – legato strettamente alle vicende serramazzonesi – a portare la vicenda in Parlamento, sottoponendo un'interpellanza al Ministro dell'Agricoltura, nella quale si chiede conto della legittimità delle azioni del deputato M5S e notizie sulle varie irregolarità contestate nei due sequestri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuccioli di chihuahua sequestrati due volte, il caso in Parlamento

ModenaToday è in caricamento