Si barrica in casa con madre e sorella e minaccia di incendiare l'appartamento, arrestato

Paura la scorsa notte a Maranello, dove un 30enne ha dato in escandescenza e ha cosparso di liquido infiammabile i mobili di casa. Provvidenziale intervento dei Carabinieri insieme ai Vigili del Fuoco

In preda ad una furia innaturale ha fatto irruzione in casa, ha chiuso la porta con la chiave e l'ha spezzata nella toppa per impedire l'accesso ad altre persone. Poi si è messo ad urlare e a spaccare mobili e suppellettili, spargendo poi liquido infiammabile nell'appartamento e minacciando di dare fuoco a tutto. Questo sotto lo sguardo attonito e terrorizzato della madre e della sorella.

Sono state proprio le grida delle due donne a richiamare l'attenzione dei vicini, che hanno allertato il 112, consentendo così l'intervento dei Carabinieri. E' successo a Maranello intorno alle ore 2 della notte scorsa. Insieme ai militari sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco, che muniti di motosega hanno abbattuto la porta dell'abitazione per consentire l'accesso agli uomini dell'Arma, che hanno poi bloccato il giovane fuori di sè.

E' così finito in manette un 30enne maranellese, incensurato, con alle spalle una complessa vicenda famigliare, che ha minato la sua tenuta psicologica. L'uomo è stato portato direttamente in carcere, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria che dovrà valutare la convalida dell'arresto. Le accuse sono molto pesanti: violenza privata, sequestro di persona e tentato incendio. Nessuno ha riportato fortunatamente lesioni fisiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Pesanti tagli per Unicredit, "A rischio una ventina di filiali tra Modena e Reggio"

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Lite e coltellata a scuola fra due studenti. Intervengono i carabinieri

Torna su
ModenaToday è in caricamento