Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Sequestrato merchandising contraffatto dell'Inter, era destinato a Modena

La Guardia di Finanza ha denunciato due persone e individuato anche due lavoratori in nero

Approfittando del fatto che l'Inter ha appena vinto lo scudetto stavano per mettere in vendita 430 tra sciarpe e magliette della squadra nerazzurra, tutte contraffatte. I finanzieri della Compagnia di Imola, però, li hanno scoperti durante un controllo, e sono poi risaliti all'azienda tessile imolese che aveva prodotto gli articoli, finendo per sequestrare la merce e per denunciare alla Procura di Bologna il titolare della ditta, un 40enne, e l'uomo che avrebbe dovuto venderli a Modena, un 47enne. I due, entrambi italiani, sono accusati, rispettivamente, di produzione e commercio di merce contraffatta.

L'operazione, spiegano le Fiamme gialle, è scattata a seguito del controllo Nel corso di un'attività di controllo di un furgone "carico di scatole contenenti diverse maglie e sciarpe con i loghi dell'Inter visibilmente contraffatti, pronti per essere commercializzati". Dopo un rapido approfondimento investigativo, i militari sono risaliti a "un'azienda tessile in prossimità del luogo del controllo, dove è stato rinvenuto altro materiale contraffatto". In particolare, i finanzieri imolesi hanno trovato e sequestrato "430 articoli tra sciarpe e magliette riportanti alcuni dei marchi registrati dell'Inter, tra cui il nuovo logo presentato al pubblico a fine marzo". Con questo intervento è stata anche interrotta "l'attività di riproduzione di merci contraffatte all'interno dell'azienda, in quanto è stato sequestrato anche un rotolo di carta speciale di oltre 45 metri, con impresse 280 stampe che sarebbero state riportate su altrettanti accessori di abbigliamento".

Al momento dell'accesso, inoltre, le Fiamme gialle "hanno identificato i dipendenti presenti, scoprendo che due di essi, uno dei quali beneficiario del reddito di cittadinanza, non avevano alcun contratto di lavoro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrato merchandising contraffatto dell'Inter, era destinato a Modena

ModenaToday è in caricamento