rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Vignola

Sequestro e denuncia penale per la palestra GimFIVE di Vignola

L'attività è stata chiusa e i titolari denunciati per inottemperanza al provvedimento dell'autorità. Aperti gli altri centri in provincia

Le palestre a marchio GimFIVE proseguono la loro battaglia contro la chiusura imposta dai Dpcm e, nonostante le multe comminate la scorsa settimana dalle forze dell'ordine locali, sono ancora in attività e puntano a rimanerlo in modo definitivo. Le sanzioni tuttavia si sommano e crescono, dopo che negli ultimi giorni sono stati eseguiti ripetuti controlli da parte delle autorità.

Un caso a parte rappresenta la palestra di Vignola, per la quale ora la situazione si complica. Sabato, infatti, dopo un nuovo sopralluogo, la Polizia Municipale aveva imposto la chiusura. Dopo la domenica di inattività, i locali hanno riaperto al pubblico lunedì e sono stato nuovamente visitati dai Carabinieri. Avendo violato la disposizione emessa dal Comune il 16 gennaio (in foto), i militari sono passati alla denuncia penale, per il reato che prevede appunto "l'inosservanza di un provvedimento dell'Autorità".

Ne è conseguito anche il sequestro preventivo dei locali, sulla cui durata dovrà esprimersi ora un giudice. Questa volta, dunque, la palestra resterà chiusa. Le violazioni dei sigilli rappresenta infatti un ulteriore reato che comporterebbe anche la reclusione.

GimFIVE fa sapere attraverso i propri canali social che i legali sono al lavoro per ottenere il dissequestro e puntano a riaprire al più presto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro e denuncia penale per la palestra GimFIVE di Vignola

ModenaToday è in caricamento