rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Madonnina / Via Ulisse Aldrovandi

Spacciatori e produttori, scoperta una serra professionale per la marijuana

In via Aldrovandi a Modena la Polizia ha trovato un locale perfettamente attrezzato per la coltivazione della droga, poi destinata allo spaccio in centro storico. Sequestrate 18 piante e strumentazioni professionali

Una serra in piena regola, dotata di tutte le strumentazioni e curata con grande professionalità. All'interno 18 piante di marijuana e tutto il necessario per il raccolto e l'essiccazione. E' quanto gli agenti della Polizia di Stato hanno trovato in un capannone di via Aldrovandi, nella periferia ovest di Modena, dove la scorsa settimana erano stati rintracciati e arrestati due spacciatori che rifornivano il centro storico.

I due nordafricani non erano solo grossisti che gestivano una rete di spacciatori al dettaglio, ma anche produttori in proprio. Gli agenti della Mobile, infatti, perlustrando lo stabile in cui i due abitavano, hanno individuato anche un locale dedicato alla coltivazione della cannabis. Si tratta di una serra nella quale erano sistemate 18 piante, tra o 50 e gli 80 centimetri di altezza, riscaldate da lampade ultraviolette e tenute a temperatura costante, irrigate con un sistema a goccia e trattate con una serie di fertilizzanti e prodotti specifici.

Serra di marijuana in via Aldrovandi - Modena 27/07/2015

Tutti elementi che testimoniano la grande competenza dei “coltivatori”, che avevano così deciso di abbattere i costi di approvvigionamento e di produrre in proprio per vendere sul mercato modenese. I due magrebini – tunisino di 31 anni e marocchino di 34 – dovranno quindi rispondere davanti al giudice di questo nuovo capo di imputazione.

Grossisti della droga in manette - Modena 24/07/2015

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatori e produttori, scoperta una serra professionale per la marijuana

ModenaToday è in caricamento