Perde il controllo della microcar e sfonda la vetrina, poi fugge. Ferito un commesso

Un 42enne ha perso il controllo del mezzo in via Bellinzona ed è finito contro un negozio, ferendo anche un addetto. Subito rintracciato dalla Polizia locale grazie alle testimonianze

Ha perso il controllo della microcar che stava parcheggiando e si è schiantato contro la vetrina di un negozio, causando danni all’esercizio commerciale e provocando contusioni a un addetto alle vendite, ma dopo pochi secondi si è allontanato. Un 42enne è stato denunciato dalla Polizia locale di Modena per l’episodio avvenuto intorno alle 20 di lunedì 28 settembre in via Bellinzona: subito rintracciato grazie anche alle testimonianze dei cittadini, ora rischia fino a tre anni di reclusione.

L’uomo era alla guida di un veicolo di marca Chatenet quando ha urtato il fronte del market, dietro il quale c’era un 30enne che stava sistemando la merce in esposizione, e dopo l’impatto, che ha visto il parziale sfondamento della vetrina, ha abbandonato il mezzo sul posto. In via Bellinzona si sono portate le pattuglie dell’Infortunistica che hanno raccolto le testimonianze dei presenti, tra i quali l’addetto del negozio, e sono risalite alla proprietaria del quadriciclo. La ragazza, che lavora in zona, ha spiegato di aver prestato il veicolo al 42enne, residente a Formigine, individuato dagli operatori già in serata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo, convocato al Comando di via Galilei, ha ammesso le sue responsabilità; gli è stata contestata la violazione dell’articolo 189 del Codice della strada che, in caso di schianto, prescrive l’obbligo di fermarsi e di prestare assistenza alle persone ferite, punendo l’omissione di soccorso. Se dovesse essere riconosciuto colpevole dall’autorità giudiziaria, competente per questa ipotesi di reato, nei suoi confronti potrebbe essere applicata anche la sospensione della patente per un periodo che può arrivare a cinque anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion e autocisterna si scontrano e prendono fuoco, una vittima in Autosole

  • Accademia Militare, per la prima volta una donna è la più meritevole fra gli Allievi

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Test sierologici gratuiti in farmacia, è necessario prenotare

  • Contagi, 81 nel modenese. Due decessi e due ingressi in Terapia Intensiva

  • Scuole, contagi in altre 21 classi. Cinque finiscono in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento