Occupano il cantiere abbandonato di via Divisione Acqui, sgomberati dalla Municipale

La Polizia municipale ha sorpreso due uomini in un’ala dello stabile all’interno del cantiere del cohousing, accanto alla linea ferroviaria. Denunciati per invasione di edificio

Sono stati denunciati per invasione di edificio i due uomini di nazionalità marocchina sorpresi dagli agenti della Polizia Municipale di Modena all’interno di fabbricato di via Divisione Acqui che si trova all’angolo con via Pergolesi. Si tratta del cantiere abbandonato delll'edificio destinato al cohousing, già al centro di polemiche politiche e delle segnalazioni della Lega circa la presenza di abusivi e lo spaccio di droga.

Lo sgombero è avvenuto nella mattina di lunedì 15 aprile. Gli agenti del Nucleo problematiche del territorio sono entrati nel cantiere della palazzina del progetto di cohousing, bloccato da alcuni mesi, e al primo piano dello stabile hanno trovato i due uomini, di circa 40 anni, con regolari permessi di soggiorno. Nella stessa ala dell’edificio erano presenti altri giacigli che, al momento del controllo, non erano occupati.

La Polizia Municipale ha quindi contattato la proprietà per la pulizia e il ripristino della recinzione dell’area di cantiere, che era stata facilmente aggirata da parte degli abusivi alla ricerca di un rifugio sicuro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle scorse settimane il Consiglio comunale ha approvato la modifica alla convenzione che può consentire al commissario governativo di sbloccare la situazione che si è creata nel cantiere consentendo alle famiglie coinvolte, che hanno anticipato somme di denaro come promissari acquirenti degli alloggi, di non perdere i risparmi investiti e di non aggravare i danni materiali determinati dal ritardo nella consegna degli immobili. Nei prossimi giorni la nuova convenzione dovrebbe essere sottoscritta consentendo quindi alle famiglie di procedere, in accordo con il Comune, al rogito per l’acquisto degli alloggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

Torna su
ModenaToday è in caricamento