rotate-mobile
Cronaca Via de' Gavasseti

Via Gavasseti: sgomberato il centro sociale Guernica

Le Forze dell'Ordine hanno fatto il loro ingresso nei locali stamattina intorno alle ore 7. Intervenuto sul posto anche il Sindaco Pighi che ha invitato gli autonomi a sedersi attorno a un tavolo

È stato sgomberato il centro sociale Guernica. Gli autonomi, stamattina intorno alle ore 7, hanno ricevuto la "visita" delle Forze dell'Ordine in via dei Gavasseti, nei locali occupati dell'ex fabbrica Liu Jo. L'iniziativa del centro sociale aveva debuttato lo scorso 21 dicembre: un portavoce, allora, aveva annunciato che, in caso di sgombero, il centro sociale entro 15 giorni avrebbe occupato un nuovo spazio per denunciare il problema dei capannoni vuoti e delle case sfitte all'interno del comune di Modena. A breve ulteriori aggiornamenti.

IL FATTO - Lo sgombero post-feste pare sia diventata una consuetudine per il Guernica di Modena. Da settimane, infatti, circolave il sentore di un imminente intervento della Forza Pubblica: "Ci siamo insospettiti stamattina presto quando abbiamo ricevuto la segnalazione di movimenti di camionette di Polizia e Carabinieri in tangenziale - ha spiegato un portavoce del centro sociale - Abbiamo immediatamente avvertito l'unico compagno presente all'interno della struttura che, all'arrivo di agenti e militari, è salito sul tetto chiedendo di potere portare fuori i materiali del centro sociale custoditi all'interno dello spazio". Detto, fatto: diversi giovani sono giunti sul posto per portare fuori casse, amplificatori, mixer e gruppi elettrogeni. Tutte le operazioni dello sgombero si sono svolte senza problemi e non si sono verificati attriti o episodi di tensione. Ospite e sorpresa, è proprio il caso di dirlo, il sindaco di Modena Giorgio Pighi: intrattenutosi in via de Gavasseti con i componenti del centro sociale, si è mostrato particolarmente accondiscendente e ha invitato la controparte a un colloquio la cui dinamica dovrà essere definita da una nota diffusa dal Comune di Modena. In ogni caso, il Guernica non si dà per vinto e subito, dal profilo ufficiale su Facebook, annuncia già il lancio dell'ottava occupazione.

Guernica, le immagini dello sgombero

L'INTERVENTO DEL SINDACO -  Le forze dell’ordine hanno fatto il loro dovere - ha commentato Pighi - Con gli esponenti del Guernica è sempre possibile il confronto per cercare insieme una soluzione, ma ogni forma di dialogo deve essere basata sulla legalità”.  Il sindaco ha assunto l’impegno per un incontro nei prossimi giorni, in una data ancora da fissare, ribadendo, però, le condizioni da sempre poste dall’amministrazione comunale: il luogo da individuare per un’eventuale sede del gruppo deve essere adeguato, anche dal punto di vista normativo; il soggetto deve essere un’associazione riconosciuta, con veste giuridica; ogni accordo deve essere basato sul rispetto della legalità e dei criteri stabiliti: dal pagamento di eventuali affitti e bollette, fino all’impegno a rispettare, per esempio, le normative in materia di impiantistica, di allacciamenti alle utenze, di osservanza dei limiti di capienza dei locali e di rumore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Gavasseti: sgomberato il centro sociale Guernica

ModenaToday è in caricamento