rotate-mobile
Cronaca

Controlli nei locali, sgomberati un ristorante e un night. Denunciati i gestori

Prime "vittime" del Decreto anticontagio sono stati i due locali controllati dai Carabinieri della Compagnia di Carpi. Ora dovrà essere valutata l'eventuale sospensione dell'attività

La Compagnia Carabinieri di Carpi è stata impegnata già da ieri sera nei controlli per il rispetto del Decreto anti coronavirus, che impone misure più restrittive soprattutto agli esercenti dei locali pubblici. Nonostant eil caos generato dalle interpretazioni del documento emanato la notte precedente, molti comuni avevano già adottato provvedimenti defininendo con chiarezza le attività per le quali era consentito restare aperte anche oltre le 18 secondo modalità come la vendita da asporto.

Tuttavia, qualcuno ha deciso di ignorare quanto scritto - questo sì in maniera abbastanza chiara - sul Decreto e di proseguire l'attività incurante delle possibili sanzioni.

I militari hanno individuato un ristroante situato in uno dei comuni dell'Area Nord, i cui due gestori hanno tranquillamente proseguito l’attività serale: alle ore 21, momento del controllo, era sedute ai tavoli circa 50 avventori. Anche un locale notturno nella zona delle Terre d’Argine ha permesso l’ingresso ad avventori e ballerine, circa una trentina in tutto.

Entrambi i locali sono stati fatti velocemente sgomberare e la posizione dei gestori è stata segnalata ai rispettivi comuni, come esplicitato nel decreto, con la possibilità di arrivare anche alla di sospensione dell’attività.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli nei locali, sgomberati un ristorante e un night. Denunciati i gestori

ModenaToday è in caricamento