rotate-mobile
Cronaca

Ritrova un vecchio buono postale, signora centenaria incassa 450mila euro

Un'anziana residente a Modena è riuscita ad ottenere 451.422 da Poste Italiane, come riscossione di un buono fruttifero. La sua famiglia nel 1975 investì 50 milioni di lire, che hanno portato alla gradita sorpresa dopo il calcolo del rendimento attuale

In soffitta, tra i ricordi e le foto di famiglia possono celarsi non solo tesori affettivi, ma anche materiali. Lo sa bene la signora G.M., pensionata di origini sarde ma residente da anni a Modena insieme alla nipote. L'anziana ha raggiunto proprio quest'anno l'importante traguardo dei 100 anni e il regalo è stato decisamente fuori dal comune.

Rovistando tra i ricordi di famiglia, la signora ha trovato un vecchio buono postale fruttifero, dimenticato ormai da tempo. Si tratta di un titolo datato 1975, quando i famigliari della signora G.M. depositarono alle Poste bel 50 milioni di lire di allora.

All’ufficio postale centrale di Roma per, avevano comunicato alla nipote della donna che il titolo era prescritto, ma la donna non ha voluto desistere per riottenere i risparmi ed ha deciso di rivolgersi comunque ad Agitalia, un'associazione specializzata anche nella riscossione di titoli di credito pubblici, anche molto datati. 

Grazie al servizio online che Poste Italiane ha messo a disposizione sul proprio sito, è stato possibile calcolare il valore attuale del buono, che è stato definito in  451.422,79 euro. Una somma decisamente considerevole, seppur passata attraverso decenni di valutazioni differenti della moneta e addirittura un cambio di valuta. Per ottenere la somma dovuta è stato necessaria una formale diffida alla sede legale delle Poste da parte di Agitalia, ma alla fine l’Ente ha disposto il pagamento, consegnando il regalo di compleanno centenario alla signora G.M.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrova un vecchio buono postale, signora centenaria incassa 450mila euro

ModenaToday è in caricamento