rotate-mobile
Cronaca

Sigonio, i sindacati riuniscono i tavoli per fare il punto sulla sicurezza

Le sigle confederate chiedono tutte le tutele alle istituzioni per potere lavorare in sicurezza all'interno del Liceo Sigonio e convocano i tavoli tecnici per affrontare approfonditamente il tema della sicurezza

A seguito di quanto accaduto al Liceo Sigonio in via del Lancillotto, tutte le componenti del mondo scolastico si stanno mobilitando a diversi livelli. Dopo il corteo degli studenti, che hanno poi incontrato il sindaco, anche i lavoratori della scuola hanno iniziato un percorso di tutela della sicurezza e dell'agibilità del loro luogo di lavoro. I sindacati della scuola Flc/Cgil, Cisl/Scuola, Uil/Scuola di Modena si sono già attivati per ottenere le garanzie  necessarie sull’istituto modenese.

Oggi pomeriggio alle ore 14.30 è stato convocato il coordinamento dei Rappresentanti Lavoratori per la Sicurezza (Rls) delle scuole modenesi per esaminare la situazione. Inoltre si stanno convocando assemblee con i docenti e il personale Ata dell'istituto per informarli sulla normativa di sicurezza degli edifici scolastici. È stato poi richiesto un incontro con il dirigente scolastico dell’istituto Selmi a cui fa capo la responsabilità di formare e aggiornare sia gli Rls che gli Rspp (rappresentanti sicurezza datoriali), per fare il punto della situazione sul finanziamento dei corsi di formazione, sull’aggiornamento della documentazione in possesso delle scuole da consegnarsi obbligatoriamente agli Rls.

Nel frattempo i sindacati hanno richiesto assicurazioni all’Amministrazione Comunale di Modena che ha ribadito che non ci sono danni strutturali, ma solo di intonaco. Nonostante le rassicurazioni arrivate da Piazza Grande, i sindacati hanno richiesto un incontro all'Amministrazione stessa per avere garanzie scritte al fine di tutelare la sicurezza sia del personale della scuola che degli studenti. 

A livello nazionale le sigle sindacali della scuola sono impegnati a sollecitare il Governo a liberare dal vincolo del patto di stabilità per gli Enti locali, le risorse per l’edilizia scolastica. Una prima risposta è venuta dal Parlamento che ha approvato in via definitiva il Decreto Legge Carrozza (104/13) in cui vengono destinati 850 milioni di euro per l’edilizia scolastica con priorità agli interventi di messa in sicurezza degli edifici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigonio, i sindacati riuniscono i tavoli per fare il punto sulla sicurezza

ModenaToday è in caricamento