rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Via Luigi Carlo Farini

Via Farini: spaccata al negozio di telefonia, tre arresti della Volante

In manette tre stranieri professionisti del furto: dopo la spartizione del bottino da 6mila euro tra smartphone e tablet, sono stati inseguiti e catturati dalla Polizia di Stato

Un rumore di vetri infranti, il vociare sotto il portico e il fuggi fuggi. È stato un brusco risveglio quello avuto stanotte da un residente di via Farini, risveglio che però ha consentito alla Polizia di Stato di trarre in arresto un trio di malviventi con l'accusa di furto aggravato: uno di questi, infatti, aveva impugnato un mazzuolo per rompere la vetrina del negozio 3 store per fare razzia di prodotti elettronici, negozio ubicato sotto l'appartamento del cittadino che non ha esitato ad allertare la Questura di Modena.

Tutto è accaduto intorno alle 2.30. La spaccata ha turbato la quiete di via Farini: una volta allertati tramite il 113, gli uomini della Squadra Volante si sono recati sul posto assieme ai titolari del negozio per accertare l'entità dei danni, dell'ammanco (6mila euro di telefonini, smartphone e tablet trafugati) oltre a prendere visione delle immagini fornite dall'impianto di videosorveglianza. A commettere il furto è stato un bandito solitario in abito scuro con un cappellino per coprire il visto all'occhio elettronico delle telecamere. Immediatamente, le Volanti di via Palatucci sono subito entrate in azione per un servizio di perlustrazione delle vie di fuga limitrofi il luogo del furto: alle 4.30, gli agenti hanno individuato tre uomini in viale Monte Kosica che, alla vista dei mezzi della Polizia, si sono dati alla fuga in tre direzioni diverse. Dopo un breve inseguimento, i fuggitivi sono stati bloccati: i tre, tutti di nazionalità rumena (due fratelli poco più che ventenni e un "amico" 40enne) con precedenti specifici per furto, si erano appena spartiti il bottino di smartphone e tablet e sono stati tratti in arresto con l'accusa di furto aggravato.

Spaccata al 3 store

Condotti in Questura per gli accertamenti del caso, è risultato come i malviventi fossero senza dimora: messi alle strette, hanno ammesso di non avere mezzi di sostentamento e di vivere di espedienti. Agli arrestati potrebbe essere attribuita la responsabilità anche per un altro episodio sempre avvenuto nella notte: la vetrina lesionata del Data Trade di piazza Mazzini (negozio a marchio Apple) lascia intuire a un tentativo di spaccata non andato a buon fine per la banda. Alla fine, il Questore di Modena, Oreste Capocasa, ha voluto complimentarsi pubblicamente con i suoi agenti per il lavoro svolto: "La Sezione delle Volanti della Questura di Modena - ha affermato - è un'eccellenza e i risultati che vengono costantemente ottenuti, come in questo caso, ne sono una chiara conferma".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Farini: spaccata al negozio di telefonia, tre arresti della Volante

ModenaToday è in caricamento