Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca

Condannato per spaccio continua la sua attività dagli arresti domiciliari

Il 22enne è stato scoperto dalla Polizia durante una verifica di routine. Nel weekend controlli a tappeto in città

Un cittadino italiano di 22 anni è stato denunciato nello scorso fine settimana per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il giovane era già condannato agli arresti domiciliari proprio per una vicenda di droga, ma questo non gli aveva impedito di proseguire i propri traffici. A scoprirlo sono stati gli agenti della Polizia di Stato durante uno dei controlli di routine alle persone ristrette ai domiciliari: gli agenti hanno notato sul tavolino del soggiorno dell’abitazione del 22enne della marijuana, per un peso di 1,8 grammi.

Oltre allo stupefacente, sono stati sequestrati anche due cellulari riconducibili all’attività di spaccio ed il ragazzo è stato accompagnato in Questura per le incombenze del caso, probabilmente in attesa di finire in carcere come aggravamento della pena.

Questa attività si è inserita nei controlli effettuati nel weekend scorso dalla Squadra Volante, che in città ha identificato complessivamente 251 persone, di cui 116 di nazionalità straniera, controllato 66 autoveicoli ed effettuato verifiche all’interno di 5 bar. Anche un uomo italiano di 47 anni è stato denunciato per violazione agli obblighi della sorveglianza speciale, poiché non presente nella propria abitazione al momento del controllo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato per spaccio continua la sua attività dagli arresti domiciliari

ModenaToday è in caricamento