rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Viale Gramsci, lo spaccio prosegue direttamente a bordo delle auto dei clienti

Appuntamenti concordati con i clienti, ma anche offerte dirette a chi posteggi lungo il viale

Cambiano i volti, cambiano le tecniche e i modi, ma non cambia lo sostanza. In viale Gramsci lo spaccio di droga resta una costante, specie nella parte iniziale del viale, da qualche anno ormai in mano alla criminalità nigeriana che impiega le sue giovani leve sia in quel punto che dalla parte opposta del cavalcavia Mazzoni.

Nelle scorse settimane, nel pieno del lockdown, i residenti avevano segnalato i traffici molto evidenti dei pusher che utilizzavano cortili privati e nascondigli di fortuna per smerciare droga, sparendo poi rapidamente alla prime avvisaglie del passaggio delle forze dell'ordine. Nelle ultime settimane i malviventi stanno esplorando nuovi metodi, approcciando direttamente i clienti a bordo delle loro auto. Una sorta di consegna rapida per chi si ferma nei parcheggi  lungo il viale.

La maggior parte delle consegne avviene "su appuntamento", ma l'intraprendenza degli spacciatori non rinuncia anche ad approcci diretti e casuali nei confronti degli automobilisti del tutto estranei che posteggiano normalmente lungo il viale. E' accaduto ad alcuni resienti, che si sono sentiti offrire la possibilità di acquisto una volta arrivati sotto casa.

Nelle ultime settimane le stesse forze dell'ordine hanno effettuato alcuni arresti e denunce di spacciatori trovati a bordo delle auto dei loro clienti, come avvenuto anche ieri pomeriggio lungo viale Monte Kosica.

Inutile sottolineare come per l'ennesima volta da parte di alcuni residenti del viale arrivi un grido d'allarme e un appello alle istituzioni e alle forze dell'ordine affinchè si agisca in modo efficace per debellare il problema dello spaccio, che le attuali politiche non sembrano proprio essere riuscite a scalfire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Gramsci, lo spaccio prosegue direttamente a bordo delle auto dei clienti

ModenaToday è in caricamento