rotate-mobile
Cronaca

Spaccio e camorra: la cocaina arriva da Torre Annunziata

Importata da Milano e dalla provincia di Napoli, la droga veniva venduta nell'Anconetano e nel Modenese: tratte in arresto dai Carabinieri di Ancona dieci persone, di cui quattro attive nella nostra provincia

Una gang dedita allo spaccio di cocaina la cui attività partiva da Torre Annunziata (Napoli) per poi invadere, oltre il mercato marchigiano, anche quello modenese. Questo il sodalizio criminale smantellato dai Carabinieri del Comando Provinciale di Ancona nell'ambito dell'operazione Mosquitos che ha portato all'arresto di dieci persone.

L'indagine ha preso il via nel 2010, grazie al fondamentale apporto di un pregiudicato di origini calabresi, poi diventato collaboratore di giustizia. L’attività investigativa ha permesso di individuare un traffico di stupefacente sviluppato tra le province di Ancona, Macerata, Modena, Napoli e Milano. Per alcuni dei 10 componenti della gang, inoltre, sono stati accertati legami con il clan Di Gionta di Torre Annunziata, zona di provenienza della cocaina assieme al capoluogo lombardo, che serviva per rifornire la gang per quantitativi di 3 kg al mese.

Come già detto, l'operazione ha portato all'arresto di dieci persone: tre si occupavano dell'approvvigionamento della cocaina, uno (C. C., il vertice dell'organizzazione) si occupava di coordinare i pusher nelle varie province interessate, quattro suddivisi tra Modena e Macerata, due tra Ancona e sempre Macerata. Complessivamente, le indagini hanno consentito di arrestare in flagranza di reato altre nove persone, sequestrare 500 grammi di cocaina, identificare altre 16 persone domiciliate nelle province coperte dall'organizzazione indagati a piede libero per detenzione e spaccio, rinvenire e porre sotto sequestro un fucile, diverse pistole e relative munizioni.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio e camorra: la cocaina arriva da Torre Annunziata

ModenaToday è in caricamento