menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fait, il cane antidroga al primo giorno di servizio, segnala uno spacciatore

Primo giorno di servizio e già la sua prima segnalazione. Il nuovo agente a 4 zampe Fait, della Polizia Locale Terre di Castelli, ha individuato uno spacciatore presso il Parco della Biblioteca a Vignola

Primo giorno di servizio, e prima segnalazione effettuata, per il nuovo agente a 4 zampe Fait, della Polizia Locale Terre di Castelli, presso il Parco della Biblioteca a Vignola.

Al termine della formazione di base, per la ricerca di sostanze stupefacenti, avvenuta qualche giorno fa, conclusa con il superamento dell’esame e il rilascio della certificazione, sono iniziati i servizi dell’unità cinofila volti alla prevenzione e repressione del consumo di sostanze stupefacenti nelle aree segnalate del territorio dell’Unione Terre di Castelli.
Alle ore 18:30 di ieri l’unità cinofila della Polizia Locale Terre di Castelli, composta dal pastore tedesco grigione Fait e dal suo conduttore, durante una perlustrazione del parco della biblioteca a Vignola, ha proceduto ad effettuare un controllo su un cittadino perché il cane antidroga ha segnalato in modo inequivocabile la presenza di sostanza stupefacente nella tasca dei suoi pantaloni.

Il ragazzo, maggiorenne, senza fissa dimora, è stato invitato a consegnare spontaneamente la sostanza contenuta nella tasca, incessantemente segnalata da Fait, ma a fronte del suo rifiuto è stato accompagnato presso il comando per l’effettuazione della perquisizione.

L’esito è stato positivo, il naso di Fait non ha sbagliato, perché nella tasca dei pantaloni del ragazzo è stato rinvenuto un pacchetto di sigarette che celava, dietro alla pellicola in stagnola, un involucro trasparente contenente una sostanza stupefacente risultata poi al narcotest essere hashish. La sostanza è stata sequestrata e trasmessa alla Medicina legale contestualmente all'inoltro dell’accertamento alla Prefettura per la segnalazione della persona quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Il lavoro di Fait, già utilizzato con successo anche negli incontri nelle scuole, è molto apprezzato dai cittadini e in tanti lo conoscono già personalmente e quando lo incontrano per strada ne approfittano per un saluto e una carezza.
I servizi dell’unità cinofila, adesso che Fait è pronto e “diplomato”, continueranno tutti i giorni anche nelle altre zone segnalate dell’Unione e il suo fiuto sarà anche a disposizione delle Forze dell’Ordine qualora ne avessero necessità per servizi specifici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, oggi 379 casi e 7 decessi in provincia di Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento