Spaccio in tangenziale, pusher arresto dei Carabinieri

Lo spacciatore si era appartato con un cliente in una piazzola per concludere la transazione, ma è stato scoperto dai militari dell'Arma. L'uomo aveva nascosto lo stupefacente in bocca

Lo spaccio non dorme mai. È il caso della tangenziale Boris Pasternac, diventata meta di soggetti poco raccomandabili nelle ore notturne presso le piazzole di sosta. Intorno alle 2.30, infatti, i Carabinieri hanno tratto in arresto un marocchino di 30 anni irregolare sul territorio nazionale, pregiudicato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Fermatosi in auto con un cliente in un piazzola, stava per cedere alcune dosi di cocaina quando il veicolo è stato notato da un mezzo dell'Arma dei Carabinieri. Dopo essersi fermati, i militari hanno fatto scendere dall'automobile gli occupanti per l'identificazione e la perquisizione del caso: alla fine, il nordafricano è stato scoperto. L'uomo aveva nascosto in bocca 3 grammi di cocaina suddisivsi in sei dosi pronte alla vendita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento