rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Assedia la casa della sua ex e la aggredisce, stalker in manette

E' finito in carcere per stalking e molestie un uomo di 30anni residente a Modena, dopo una storia interrotta e una serie di violenze ai danni della compagna. I Carabinieri lo hanno arrestato sotto casa della vittima, nonostante i divieti e le denunce

Ieri sera, a Modena, i carabinieri del Radiomobile della locale Compagnia hanno tratto in arresto in flagranza di reato un operaio edile 30enne, di origini campane, ma residente a Modena, ritenuto responsabile di atti persecutori aggravati (stalking), ai danni dell’ex convivente, infermiera 40enne, modenese. 

Ormai esasperata, verso le 21 di ieri sera, ha lanciato l'allarme ai Carabinieri di Modena. I militari hanno così potuto soccorrere una donna di 40 anni, rinchiusa nel proprio appartamento che era stato letteralmente messo sotto assedio dall'ex compagno, disperato per la fine della loro relazione. Si tratta di un operaio edile di 30 anni, campano ma residente da tempo in città, che ieri è stato tratto in arresto al termine di una lunga serie di violenze, materiali e psicologiche, messe in atto contro la ex.

L'uomo si era appostato sotto casa, attaccandosi prima al citofono e poi al telefono, supplicando la donna di tornare insieme a lui, ma anche insultandola e minacciandola ed impedendole di fatto di uscire di casa. I Carabinieri, dopo averlo calmato, hanno deciso di arrestarlo in flagranza di reato, da momento che quello non era né il primo episodio né un caso isolato, ma bensì l’ennesimo comportamento di una condotta persecutoria che non dava tregua alla sua vittima.

Infatti, proprio pochi giorni fa, il 30enne era già stato indagato per stalking, dopo che la sua ex aveva sporto querela alla Polizia Municipale di Modena. Inoltre, il 14 luglio scorso. Lo stalker aveva già ricevuto anche l’ammonimento da parte del Questore di Modena. 

Secondo quanto riferito dalla donna, gli atti persecutori erano iniziati dopo l’interruzione della relazione durata due anni ed erano consistiti in continui contatti telefonici, approcci e pedinamenti a lei sgraditi, accompagnati da richieste pressanti e moleste, talvolta degenerate nella minaccia di ucciderla In un’occasione l’uomo l’aveva anche aggredita fisicamente, provocandole delle ferite alla testa, alla spalla ed al piede. Dopo gli adempimenti di rito, l’arrestato è stato scortato alla casa circondariale di Modena, a disposizione dei giudici.       

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assedia la casa della sua ex e la aggredisce, stalker in manette

ModenaToday è in caricamento