rotate-mobile
Cronaca

Strage di Bologna: dopo 32 anni, non si affievolisce il ricordo

Tra le vittime della strage ci furono anche Umberto Lugli, 38enne di Carpi, e la sua compagna Carla Gozzi, 36 anni, di Concordia. Delegazione cittadina presente alla commemorazione

Oggi, giovedì 2 agosto ricorre il 32esimo anniversario della strage alla stazione di Bologna in cui persero la vita 85 persone e 200 rimasero ferite o mutilate. Tra coloro che persero la vita c’è anche una coppia della nostra provincia: Umberto Lugli, di 38 anni di Carpi, e la sua compagna Carla Gozzi, di 36 anni, di Concordia sulla Secchia. "Erano tanti i giovani in partenza per le vacanze – ha ricordato il presidente del Consiglio Provinciale Demos Malavasi – quel giorno in stazione la cui vita è stata stroncata da quella micidiale bomba scoppiata alle ore 10.25. È stata una delle stragi più gravi che ha colpito l’Italia dalla fine della seconda guerra mondiale. Ricordare le vittime e i feriti ed esprimere solidarietà ai famigliari ogni anno è un dovere civile che diventa parte integrante dell’impegno delle istituzioni e dei cittadini perché fatti tragici come questo non si ripetano più. Il nostro impegno è di contrastare la violenza e il terrorismo sempre e ovunque e di affermare il dialogo e il confronto per rafforzare la democrazia e la convivenza civile". Alla manifestazione odierna in ricordo delle vittime organizzata a Bologna sarà presente anche una delegazione modenese capeggiata dal Sindaco Giorgio Pighi. Il primo cittadino sarà accompagnato da due operatori della Polizia municipale con il Gonfalone della città geminiana decorato con la medaglia d’oro. Presente anche il Gonfalone della città di Sassuolo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Bologna: dopo 32 anni, non si affievolisce il ricordo

ModenaToday è in caricamento