rotate-mobile
Cronaca Caduti in Guerra / Corso Canal Grande

Stupro di gruppo, ora Zincani indaga sulla fuga di notizie

"Pubblicati sulla stampa particolari sufficienti per l'identificazione della ragazza da parte di chi la conosce". Peccato che i dettagli vengano svelati pubblicamente sui social network da amici e conoscenti delle persone coinvolte senza l'intercessione dei giornalisti

"Il segreto investigativo deve sempre essere tutelato in modo ancora più rigoroso se, come in questo caso, ci sono dei minori coinvolti". Così il Procuratore di Modena Vito Zincani che, nelle scorse ore, ha confermato l'apertura di un fascicolo per violazione di segreto istruttorio in seguito alla pubblicazione della notizia del presunto stupro di gruppo avvenuto a Modena ai danni di una 16enne durante una festa privata ad agosto, notizia pubblicata grazie a un comunicato stampa diffuso dal comando provinciale dell'Arma dei carabinieri.

Commentando l'operato della stampa, ha affermato che "dietro a un rispetto apparente nei confronti della minorenne, vengono pubblicati particolari non idonei tanto a conseguire l'identificazione delle persone coinvolte, ma sufficienti per l'identificazione della ragazza da parte di chi la conosce". Particolari che, tuttavia, nel 2013 vengono svelati pubblicamente da amici e conoscenti delle persone coinvolte in questo fatto di cronaca sulla pagine dei social network maggiormente in voga fra gli adolescenti quali Facebook e, soprattutto, Ask.fm, senza l'intercessione di operatori dell'informazione.

Il procuratore capo di Modena, inoltre, ha precisato che la fuga di notizie non è avvenuta da parte della Procura, come verificato con un accertamento interno. Il sostituto procuratore titolare dell'inchiesta sulla violenza, Maria Angela Sighicelli, non ha ancora sentito i cinque giovani accusati dell'abuso (la giovane vittima avrebbe denunciato di aver subito violenza da tre ragazzi, mentre altri due amici sarebbero stati presenti e consapevoli di quanto stava accadendo) ma potrebbe farlo a breve. A giorni sono poi attesi i risultati delle analisi del dna compiuti dal Ris di Parma sulle tracce biologiche repertate sugli indumenti della 16enne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro di gruppo, ora Zincani indaga sulla fuga di notizie

ModenaToday è in caricamento