menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobilità locale, anche il treno Modena-Sassuolo a rischio tagli

L’Assessore Severi si scaglia contro la paventata soppressione delle corse negli orari di punta prevista nel prossimo orario estivo e prepara un tavolo con la Regione e il gestore Fer per lamentare il mancato coinvolgimento delle istituzioni locali

Non vi è solo il caso delle 28 corse soppresse sulla linea Modena-Carpi-Mantova a far temere per il servizio di trasporto ferroviario locale, ma anche l'allarme lanciato dall'Assessore sassolese Claudia Severi riguardo la ferrovia Modena-Sassuolo. “Se confermata – scrive infatti la Severi - la notizia della cancellazione di tutte le corse, concentrate nelle fasce orarie di punta, della linea ferroviaria Sassuolo-Modena, nel periodo giugno-settembre, e che garantiscono la frequenza di 30 minuti, sarebbe grave ed inaccettabile. Grave, perché ciò creerebbe un ulteriore e pesante disservizio a danno degli utenti della linea, soprattutto pendolare, ed inaccettabile, anche a livello istituzionale, perché tale decisione sarebbe stata presa senza alcun confronto né comunicazione preliminare agli enti e alle istituzioni territoriali, AMO compresa”.

Il nuovo orario estivo non è ancora visibile al pubblico, ma il taglio operato da Fer, stando alle parole dell'Assessore, pare abbastanza ingente e in grado di minare una tratta già afflitta da problematiche ormai storiche. Non si tratta solo dei lavoratori pendolari, ma anche delle persone, studenti compresi, che utilizzano la linea per spostarsi fra i tre ospedali di Sassuolo, Baggiovara e Policlinico di Modena. Dopo la paventata soppressione delle corse – rende noto la stessa Severi – gli utenti hanno raccolto spontaneamente 130 firme che si vanno ad aggiungere alle oltre 300 raccolte nell’autunno scorso, per denunciare disservizi.

“Siamo consapevoli dell’opportunità di cambiare gli orari e le frequenze nell’orario estivo, così come da sempre avviene anche nel trasporto su gomma, ma vorremmo che ciò avvenisse dopo un’analisi attenta ed un confronto di merito che tenga conto delle istanze ripetutamente espresse dall’utenza e rappresentate dagli enti territoriali”, sottolinea Claudia Severi nella sua nota. L'Asssesore con delega alla Mobilità pare risoluta: “Sono fermamente decisa a portare nuovamente sul tavolo della Regione le richieste di un utenza che non è fatta solo di studenti, e che smette di utilizzare il treno con l’arrivo dell’estate, ma è caratterizzata da lavoratori che ci chiedono di potere continuare a contare, nelle ore di punta, anche in orario estivo, e anche in virtù di avere pagato un abbonamento a prezzo pieno, su un servizio a frequenza almeno di 30 minuti, da e verso i comuni del distretto ed il capoluogo”.

Il timore degli utenti e dell'Amministrazione sassolese è che la riduzione estiva delle corse possa essere il preludio ad una cessazione della linea stessa, la cui antieconomicità da tempo è motivo di profonde riflessioni.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento