rotate-mobile
Cronaca Piazza Grande, 1

Teatro Comunale aperto ai privati, l'Amministrazione fa chiarezza

L'assessore ha risposto all'interrogazione di Bortolotti (M5s): "Concessione sulla base del regolamento. Valorizziamo il patrimonio pubblico nel rispetto dell'integrità dei luoghi"

Il Teatro comunale si aprirà anche al pubblico, perché in questo modo lo “si inserisce – secondo l’assessore alla cultura Gianpietro Cavazza – in una modalità di valorizzazione del patrimonio pubblico della città, utilizzandolo anche come spazio possibile di incontro e relazione, sempre nel rispetto dell’integrità dei luoghi.” 

“Permettere ai privati di entrare in questi spazi con una modalità diversa – ha proseguito l’assessore – ci consente di farli conoscere e di promuoverli anche tra un pubblico non abituale e nello stesso tempo ci permette anche, attraverso gli affitti, di recuperare da soggetti privati risorse da reinvestire nella tutela del patrimonio stesso e nella realizzazione di attività dello stesso settore ”.

Entrando nel dettaglio, l’assessore ha specificato che “il matrimonio a cui fa riferimento l’interrogazione si è svolto in Comune. Il teatro, e in particolare il foyer e la platea, cioè le parti affittate, sono state usate come cornice per le fotografie. La somma richiesta e pagata di 1.500 euro – ha proseguito Cavazza – è stata ricavata parametrando il tariffario a un utilizzo limitato a tre ore per la porzione di teatro utilizzata”.

E’ chiaro che non basterà pagare per poter usurfruire del Teatro dal momento che la richiesta dovrà passare il vaglio del direttore del Teatro stesso, il quale stabilirà se un evento può o meno avere luogo all’interno del Teatro,secondo un regolamento deciso nell’ottobre 2014, in particolare la decisione sarà presa sulla base della congruità dell’evento rispetto al luogo in cui dovrà svolgersi.

Nella replica Marco Bortolotti ha affermato che è giusto aprire ai privati i luoghi di cultura ma “deve essere fatto in modo trasparente e non mi pare che in questo caso sia stato così. Non aver presentato a tutti, pubblicamente, le modifiche del regolamento induce a pensare che si facciano le cose ad personam”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro Comunale aperto ai privati, l'Amministrazione fa chiarezza

ModenaToday è in caricamento