Tenta il suicidio, ragazza salvata sul cornicione dall'intervento della Polizia

Una storia a lieto fine nel corso della notte scorsa, quando due agenti della Volante sono riusciti a persuadere una giovane a non commettere il gesto estremo che aveva pianificato dopo la fine di una relazione sentimentale

La scorsa notte si sono vissuti interminabili momenti di tensione sul ciglio del cornicione di un palazzo di Modena. Una ragazza, dopo aver chiuso a chiave la porta della propria camera da letto, infatti, si è spinta fuori dalla finestra del suo appartamneto con intenti suicidi, ignorando le suppliche della madre, che non ha potuto fare altro che chiedere l'intervento delle autorità. L'emergenza è stata gestita dalla Polizia di Stato.

Mentre una Volante ha provveduto a mettere in sicurezza la zona bloccando il traffico, un’altra pattuglia, per gestire al meglio la situazione e creare un corretto approccio con la ragazza, ha raccolto informazioni sulle motivazioni che potevano averla indotta a mettere in pericolo la propria vita. La giovane, come riferito dalla madre, aveva recentemente interrotto una relazione sentimentale, che l’aveva destabilizzata emotivamente, al punto tale di voler porre fine alla propria esistenza con un gesto estremo.

Gli agenti hanno ritenuto che fosse opportuno cercare di avvicinarsi il più possibile alla ragazza per instaurare un contatto diretto e che il miglior interlocutore in una tale situazione potesse essere una figura femminile: una poliziotta, trattenuta con grande sforzo per il cinturone dal collega, si è sporta dalla finestra del bagno attiguo alla camera da letto in modo da essere molto vicina alla ragazza e parlarle. La gestione della situazione non è stata per niente facile, complicata anche dal fatto che la giovane era in evidente stato di ebbrezza e continuava ad assumere alcolici, motivo per il quale non è stato possibile prenderla di forza e ricondurla all’interno. 

Durante le operazioni di salvataggio, che sono durate più di mezz’ora, la ragazza ha alternato fasi di lucidità a momenti di profondo sconforto, minacciando più volte di buttarsi nel vuoto. Fondamentale è stata l’intesa tra i due agenti che, nonostante la situazione precaria ed estremamente pericolosa in cui si trovavano, hanno mantenuto la freddezza necessaria per agire in totale sinergia, supportandosi e consigliandosi a vicenda. L’estenuante e meticolosa operazione di persuasione attuata attraverso un dialogo empatico, che ha permesso di creare tra le due ragazze un legame di fiducia, ha sortito gli effetti sperati. La giovane, infatti, ha desistito ed è rientrata nella stanza, aprendo poi la porta ai poliziotti.

Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118 che hanno prestato l’assistenza e le cure necessarie alla giovane.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

Torna su
ModenaToday è in caricamento