rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Forti scosse di terremoto nell'Adriatico, trema anche Modena

Sisma di MI 5.7 al largo della costa pesarese questa mattina poco dopo le ore 7. Seconda scossa un quarto d'ora dopo. Nessun danno nel modenese e in regione

Questa mattina alle ore 7.07 la terra ha tremato in modo ben distinto in buona parte della provincia modenese. E' stato l'effetto di una forte scossa di terremoto localizzata dall'Ingv nel mar Adriatico, al largo della costa marchigiana, più precisamente di quella pesarese. L'epicentro è stato individuato ad una trentina di chilometri dalla costa, ad una profondità di 8 km.

Dai primi dati si sarebbe trattato di una scossa di MI 5.7, avvertita in modo molto netto nelle Marche, in Abruzzo, in Emilia-Romagna, nel basso Veneto e anche in Toscana. Non si segnalano danni nel territorio modenese.

Il terremoto di oggi sulla costa delle Marche: che cosa è successo

Alle 7.12 una seconda scossa di MI 4.0 è stata registrata nello stesso punto, poi seguita da numerose altre scosse di magntitudo inferiore a distanza di pochi minuti l'una dall'altra. 

La circolazione ferroviaria è stata sospesa in via precauzionale e per controlli sulla linea Adriatica, tra Rimini e Varano, sulla Ancona-Roma, tra Falconara e Jesi, e sulla Rimini-Ravenna, tra Gatteo e Cesenatico. Nessun treno è fermo in linea. Si stanno verificando le condizioni di sicurezza per attivare eventuali servizi sostitutivi su strada. Il provvedimento si è reso necessario per consentire ai tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) i controlli previsti dalle normative di sicurezza sullo stato della linea dopo l'evento sismico. 

Nessun danno in regione

Il primo sopralluogo in Romagna e nel bolognese, le aree dove la scossa si è avvertita maggiormente, non hanno fatto finora emergere segni di danni. L’Ufficio Territoriale di Rimini dell’Agenzia è in contatto con la Prefettura, le Amministrazioni Comunali, i Vigili del Fuoco e le altre componenti operative.Sono già state preallertate squadre di “agibilitatori”, per i rilievi dei danni e le verifiche di agibilità post sisma: saranno attivate sul territorio su richiesta dell’Ufficio Territoriale di Rimini. È stato fatto il punto con il Servizio Geologico della Regione e sono stati avviati controlli sui cantieri in corso per le frane. Preallerta anche per il volontariato regionale di Protezione civile: è in fase di preparazione il modulo di assistenza alla popolazione da 250 posti.

Terremoto | Nelle marche famiglie in strada e persone bloccate in ascensore: chiuse le scuole

La scossa più forte di magnitudo 5.7

La scossa di maggiore entità è stata la prima, ha raggiunto magnitudo 5,7, l'epicentro anche in quel caso in mare, tanto che secondo i dati dell'Ingv nessun Comune si trovava nel raggio di 20 km dal punto di origine del sisma. 

Città più vicine con almeno 50000 abitanti:  
31 Km a NE di Fano (60888 abitanti)
35 Km a E di Pesaro (94582 abitanti)
47 Km a NW di Ancona (100861 abitanti)
61 Km a E di Rimini (147750 abitanti)
87 Km a E di Cesena (96758 abitanti)

terremoto scossa oggi pesaro urbino

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forti scosse di terremoto nell'Adriatico, trema anche Modena

ModenaToday è in caricamento