rotate-mobile
Cronaca Pievepelago

Terremoto sull'Appennino modenese, scossa di magnitudo 3.8

Epicentro nelle montagne di Pievepelago. Una seconda scossa nel versante toscano

Alle ore 17.47 di oggi pomeriggio l'Appenino modenese è stato scosso da un sisma di discreta intensità. I sismografi dell'Istituto di Geofisica e Vulcanologia hanno individuato l'epicentro nel territorio di Pievepelago. L'intensità è stata di ML 3.8, ad una profondità di 14 km. L'esatta localizzazione è avvenuta a circa 8 km dal centro abitato del piccolo comune montano.

Il sisma è stato avvertito in buona parte dei comuni dell'area dell Frignano.

Due minuti più tardi è stata registrata anche una seconda scossa, di ML 3.2, questa volta localizzata nel territorio di Fosciandora (LU) sul versante toscano a pochi chilometri di distanza dalla prima.

Secondo i primi contatti avuti tra la Regione e i Sindaci dei Comuni della zona e con i Vigili del Fuoco, non sono stati rilevati al momento danni a cose o a persone. L’Agenzia regionale per la Protezione civile rimane in stato di allerta, con personale già presente presso il Centro operativo di Marzaglia, per monitorare gli effetti del fenomeno, in stretto contatto con i Sindaci del territorio interessato, le Autorità competenti e tutti i soggetti interessati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto sull'Appennino modenese, scossa di magnitudo 3.8

ModenaToday è in caricamento