rotate-mobile
Cronaca Mirandola

Terremoto e "fracking", Errani: "Subito commissione internazionale"

La Regione vuole sgomberare il campo da dubbi e ipotesi complottistiche dietro al terremoto che ha colpito la Bassa. Il Governatore: "Indispensabile avere pronunciamento scientificamente autorevole"

Se non bastano le comunicazioni da parte dell'Ateneo sull'iconsistenza di certe ipotesi e se non sono sufficienti le conferenze stampa convocate per spiegare per filo e per segno cosa è successo, allora bisogna ricorrere all'artiglieria pesante. Questo il pensiero del Presidente della Regione Vasco Errani in merito al tanto vociferato fenomeno del "fracking", causa scatenante della sequenza sismica che ha devastato l'Emilia, almeno secondo diversi complottisti del web e dei social network.

LETTERA - In una lettera inviata nei giorni scorsi al Prefetto Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile, il Governatore ha richiesto di attivare una "commissione internazionale sulla previsione dei terremoti per la protezione civile". Errani lo ha annunciato ieri in Assemblea legislativa il sottosegretario alla Presidenza, Alfredo Bertelli, intervenuto nel dibattito che si era aperto in Aula sulla richiesta del grillino Giovanni Favia di istituire una speciale commissione regionale di indagine e studio per far luce sulle possibili correlazioni tra le attività di ricerca e coltivazione di idrocarburi in regione e le eventuali correlazioni con le attività sismiche.

CHIAREZZA - "Ritengo indispensabile – recitava la missiva – dare corso a tale incarico al fine di ottenere un pronunciamento scientificamente autorevole finalizzato a promuovere quei chiarimenti che oggettivamente interessano tutte le amministrazioni del territorio e le popolazioni colpite dalle recenti calamità. Inoltre, questo autorevole parere sarà importante per le scelte che gli amministratori dovranno assumere in futuro sul loro territorio”.

IPOTESI DI COMPLOTTO - In seguito all'annuncio e all'impegno assunto dalla Giunta, Favia si è detto soddisfatto per l’impegno assunto dalla Giunta e ha ritirato la sua richiesta di varo della commissione: "Sarà senz’altro occasione per fare chiarezza e piena luce su aspetti ancora non chiari – ha detto Favia togliendosi più di un sassolino dalla scarpa – adesso mi piacerebbe sapere cosa scriveranno e commenteranno tutti gli sputasentenze che si sono sbizzarriti nelle prese in giro, additando la nostra richiesta come complottista. Alcuni sono dell’area politica della Maggioranza che sostiene il Presidente Vasco Errani, come l’avranno presa?".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto e "fracking", Errani: "Subito commissione internazionale"

ModenaToday è in caricamento