rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Mirandola

Terremoto, Mirandola: sciacalli in manette per un furto di bicicletta

Due giovani mantovani e un casertano hanno ignorato il foglio di via emesso dal commissariato di Polizia di Stato e hanno fatto visita nel cortile di un'abitazione per una due ruote

Prima erano stati sorpresi in atteggiamento sospetto dalla Polizia di Stato, poi, rimessi in libertà, sono entrati nel cortile di un'abitazione per rubare una bicicletta. È successo ieri sera a Mirandola: i tre malviventi, due originari del mantovano e un casertano (20 anni, 21 e 50), sono stati tratti in arresto durante un servizio antisciacallaggio.

Intorno alle 17:30, erano stati visti aggirarsi con fare sospetto da una Volante: gli agenti hanno provveduto a fermarli e ad accompagnarli in Commissariato per l'identificazione: dagli accertamenti svolti sul posto, è emerso che i tre avevano a loro carico numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio. Per questi motivi, nei loro confronti, sono stati emessi tre fogli di via in quanto soggetti non desiderati sul territorio, soprattutto nella bassa colpita dal sisma.

I tre ovviamente, hanno fattod i testa loro e hanno ignorato la prescrizione: poco dopo le 20, la segnalazione al 113 di un mirandolese ha riferito della presenza di tre soggetti all'interno del cortile della propria abitazione. I mantovani e il casertano stavano tentando di trafugare una bicicletta lasciata in giardino priva di catena. Vistisi scoperti, i tre si sono allontanati velocemente: giunti sul posto, due equipaggi della Volante hanno provveduto a trarre in arresto i ladri con l'accusa di furto aggravato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, Mirandola: sciacalli in manette per un furto di bicicletta

ModenaToday è in caricamento