rotate-mobile
Cronaca Concordia sulla Secchia

Terremoto in Emilia, la reazione passa sempre più dal web

Il sito terremotosanfelice.org fa scuola: nel giro di pochi giorni, vengono aperti quasi in simultanea concordiaterremoto.it e terremotoemilia.com. Ecco come la Bassa si rimette in piedi grazie ad internet

Uno è un sito web di pubblica utilità sulla falsa riga di terremotosanfelice.org, l'altro vuole essere un portale di riferimento per tutti i campi autogestiti eretti nelle zone della Bassa Modenese martoriata dal sisma. Così sono nati nei giorni scorsi concordiaterremoto.it e terremotoemilia.com, due modi diversi di concepire lo spazio web per affrontare lo stesso problema: il post-sisma.

CONCORDIA - La non lontana San Felice fa scuola e, senza offesa, si può dire che l'allievo supera il maestro. All'immediatezza e alla facilità d'utilizzo, concordiaterremoto.com riesce a coniugare un'interfaccia ancora più accattivante con tutti i link e le informazioni del caso per la cittadinanza bisognosa d'assistenza. Non possono mancare, ovviamente, le coordinate bancarie del conto corrente di solidarietà attivato dall'Amministrazione Comunale (Intestazione: Tesoreria del Comune di Concordia sulla Secchia, Causale: Emergenza Terremoto Concordia Maggio 2012, IBAN:IT 57 H 05387 66730 000000944949). A impreziosire questo spazio web, le gallery di immagini di un grande artista della macchina fotografica della nostra terra: Luigi Ottani.

AUTOGESTIONE - "Questo sito web indica tutti i campi autogestiti. Se sei a conoscenza di un campo e non lo trovi su questo sito, clicca su segnala campo e compila le informazioni". Si presenta in un modo sì spartano ma efficace il portale terremotoemilia.com. Con l'ausilio di GoogleMaps, il sito riesce a localizzare nel territorio della Bassa tutti i campi autogestiti dei cittadini con tanto di nome dell'area, referente, contatti e numero di "abitanti". Lanciato sul web da Mcs Studio, il sito vuole seguire il successo dell'omonima pagina Facebook.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Emilia, la reazione passa sempre più dal web

ModenaToday è in caricamento